In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

«Vaccinateci a qualsiasi costo le fiale ve le compriamo noi»

Gli artigiani di Asolo e Montebelluna hanno scritto una lettera a Zaia «Le aziende sono disponibili a contribuire purché passi l’emergenza»

enzo favero
1 minuto di lettura

la proposta

Pronti a somministrarli e anche a farsi carico dei costi aggiuntivi dei vaccini pur di poterli fare ai propri dipendenti: la Confartigianato AsoloMontebelluna, forte di 2500 realtà economiche del Montebellunese e dell’Asolano, ha scritto al governatore Zaia e agli assessori alla Sanità e alle Attività produttive per accelerare la vaccinazione degli addetti spiegando che tante aziende sarebbero disposte anche a farsi carico di un sovrapprezzo per l’acquisto di vaccini perché i costi sarebbero in ogni caso inferiori a quelli che devono patire con il perdurare delle chiusure. «Condividiamo e sosteniamo appieno la proposta coinvolgere le aziende nella somministrazione del vaccino internamente ai propri dipendenti, come già previsto dai recenti protocolli d’intesa che aderiscono alla procedura ora definita» spiega Fausto Bosa, Confartigianato AsoloMontebelluna, «molte aziende sarebbero disposte a sostenere anche una spesa aggiuntiva per garantirsi l’acquisto dei vaccini stessi. Il divario che vi è tra il costo che sta patendo il sistema economico, pur con gli aiuti simbolici (irrisori… o marginali) che dovrebbero arrivare alle imprese, è enormemente più alto del costo che le aziende sarebbero disposte a sostenere per tali acquisti (ticket), pertanto se anche vi fosse un sovrapprezzo da sostenere per recepire con rapidità il farmaco sarebbe comunque l’onere minore. Solo una massiccia campagna di vaccinazione può garantire un ritorno alla normalità alle imprese e ai propri lavoratori, e di conseguenza anche il ritorno a un ritmo lavorativo ordinario. Per questo i vaccini vanno cercati dove vengono prodotti e acquisiti a un prezzo anche superiore a quello contrattato dalle agenzie dell’Unione Europea, oserei dire a qualsiasi prezzo citando la celeberrima frase del Presidente Draghi pronunciata nel luglio del 2012». Una iniziativa che Confartigianato AsoloMontebelluna motiva non solo con fattori economici. «Le nostre preoccupazioni – precisa infatti Fausto Bosa – dall’andamento economico si stanno spostando anche sulla frattura sociale che si fa sempre più forte e che non accenna a placarsi». —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori