A nord è più varia Le indicazioni da migliorare

La ciclabile del Muson, che a nord diventa Sentiero degli Ezzelini, unisce Padova a Pagnano d’Asolo, una cinquantina di chilometri tutti da pedalare. A Camposampiero, a metà del suo percorso, incrocia la Treviso-Ostiglia e quindi – partendo dal capoluogo della Marca – con un po’ di gamba allenata è possibile intersecarla e percorrerla nelle due direzioni. Fra Camposampiero e Castelfranco è tutto un rettilineo, lungo l’argine del tottente Muson, dove è possibile ammirare il panorama e incontrare garzette e altri uccelli. In città, a Castelfranco, è facile perdersi perché la segnaletica è sommaria e talvolta manca del tutto. Dopo Villarazzo l’andamento e il paesaggio sono più vari, fino a Pagnano.

Video del giorno

Sgarbi e Al Bano cacciati a fischi dal palco dell'Arena di Verona: era la sera dell'omaggio a Franco Battiato

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi