Colline Unesco I piani urbanistici vanno armonizzati

PIEVE DI SOLIGO

Le Colline Unesco non sono solo sentieri, ma prima ancora salvaguardia del paesaggio, dei ciglioni in particolare. Il governatore Luca Zaia continua a ripetere: neppure un metro quadro di nuovo cemento. I 15 Comuni interessati dovranno approvare le varianti di adeguamento urbanistico entro il 30 settembre 2021. Si tratta di armonizzare i piani urbanistici e gli altri strumenti a quelli che sono i nuovi vincoli ambientali, anche se così si preferisce non chiamarli. Ecco perché la giunta regionale ha approvato recentemente la delibera 282 che prevede l’erogazione “una tantum” di contributi ai Comuni del sito delle Colline del Prosecco per l’adozione di varianti agli strumenti urbanistici di adeguamento ai valori paesaggistici riconosciuti dall’Unesco.


Si va dall’impossibilità di sbancare le rive per implementare nuovi vigneti allo stop all’edificazione, che non si tratti di riqualificazione dell’esistente; dalla salvaguardia dei muri di sostegno dei ciglioni al divieto di cementificare le colline con nuovi pali di cemento lungo i filari. Ed altro ancora.

Le colline Unesco hanno avuto tale riconoscimento sia per il paesaggio che per la cultura e la tradizione.

«Il passo successivo su cui ora bisogna puntare e sul quale proprio la Regione si sta impegnando è la conservazione di questa denominazione. Come? Contribuendo perché i Comuni di questo sito possano essere in linea coi valori paesaggistici riconosciuti».

L’assessore regionale al Territorio Cristiano Corazzari ha annunciato così l’approvazione in giunta regionale dei contributi “una tantum”, rivolti a 15 Comuni del sito Unesco delle Colline del Prosecco, dodici appartenenti alla cosiddetta “core zone”, cioè alla zona centrale (Cison, Farra, Follina, Miane, Pieve di Soligo, Refrontolo, Revine, San Pietro di Feletto, Tarzo, Valdobbiadene, Vidor, Vittorio Veneto) e tre alla cosiddetta “buffer zone”, cioè alla zona periferica (Conegliano, San Vendemiano, Susegana). Il contributo regionale complessivo previsto è di 50mila euro. Per poter accedere al contributo è necessario che ciascun Comune presenti domanda entro 30 giorni. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Lo spot della birra argentina per la Copa America che celebra Maradona è semplicemente geniale

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi