AstraZeneca, nella Marca iniettate 300 dosi a insegnanti nel Vax Point di Riese: nessun evento avverso

Il punto vaccinale di Riese Pio X

Precisazione dell'Usl 2 di Treviso in relazione alla notizia della sospensione in tutta Italia di un lotto dopo che si sono avute tre morti sospette in Sicilia. Le somministrazioni fatte il 20 febbraio: non sono state segnalate anomalie al di fuori delle normali reazioni

TREVISO. L'Ulss 2 di Treviso e provincia ha diffuso una nota nella mattinata di oggi, venerdì 12 marzo 2021: "In relazione alla decisione dell’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) di sospendere l’utilizzo del lotto di vaccino AstraZeneca ABV2856, a seguito della segnalazione di alcuni “eventi avversi gravi”, il Dipartimento di Prevenzione dell’Ulss 2 precisa di aver utilizzato tale lotto esclusivamente nella vaccinazione di operatori scolastici nella giornata di sabato 20 febbraio 2021, presso il centro vaccinale di Riese Pio X, per un totale di circa 300 dosi: non sono stati riscontrati eventi avversi, al di fuori di quelli comunemente previsti per l’utilizzo di tale vaccino".

La stessa AIFA ha affermato che al momento non è stato stabilito alcun nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino e gli eventi avversi gravi che sono stati riscontrati. Sono comunque in corso ulteriori approfondimenti.

L’EMA (Agenzia Europea per il Farmaco), non ha sospeso l’utilizzo del Vaccino AstraZeneca. L’AIFA ha sospeso il solo lotto ABV2856. "Le vaccinazioni previste con vaccino AstraZeneca in cui sono utilizzati lotti differenti da quello ABV2856 proseguono quindi come previsto dalle indicazioni di AIFA ed EMA" ribadisce l'Ulss 2.

Video del giorno

Covid. Bambini a scuola, come evitare i contagi

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi