Contenuto riservato agli abbonati

L’impressionante “aratura” della provinciale, giallo sulle cause

L’ipotesi più semplice, quella dell’incidente occorso a un trattore, non convince del tutto. Avvertito il sindaco di Fontanelle, l’asfalto è stato devastato come burro 

FONTANELLE (TREVISO). Un dosso preso forse troppo forte e l’asfalto divelto per una decina di metri. È successo ieri mattina sul Ponte della Vittoria lungo la via omonima, a non più di 200 metri dalla piazza di Fontanelle. Il responsabile non si è fermato e non ha avvertito del danno. Probabilmente è un agricoltore di Ormelle o Fontanellette che si stava dirigendo verso il centro del paese.

È possibile che il mezzo che ha causato il danno sia un trattore fornito di un pesante macchinario agricolo (un aratro? un estirpatore?). Ma al momento non è escluso nemmeno l’atto volontario, anche perché la linea della “aratura” è quasi perfettamente dritta, quasi che il mezzo non sia sbandato. Ipotesi, ovviamente. Di sicuro però ci sono i danni da pagare.

Verso le 9.30 di ieri un cittadino ha avvertito il sindaco Ezio Dan, gli uffici comunali hanno immediatamente avvertito del danno la Provincia, l’ente che ha competenza su quel tratto di strada. «Forse l’estirpatore è sceso per lo scalino che c’è sul ponte, ma è impossibile che chi guidava non si sia accorto subito di quello che era successo.

Gli operai hanno messo in sicurezza la carreggiata, ma ora dovremo riasfaltare. Spero che il responsabile si faccia avanti: se è stato un atto non voluto, nessuno gli farà una colpa di quello che è successo, ma non è possibile che di un fatto del genere il municipio sia avvisato da altri cittadini», afferma il sindaco, determinato a rintracciare il trattorista spericolato. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Video del giorno

Lo spot della birra argentina per la Copa America che celebra Maradona è semplicemente geniale

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi