Pierangelo Conte nuovo direttore artistico del Teatro Carlo Felice

Il maestro scala un’altra vetta dopo il Maggio Fiorentino. L’ascesa di un ragazzo di Treviso nel mondo della classica

TREVISO. Un trevigiano che continua a brillare nel mondo della musica sinfonica, lirica e del balletto: Pierangelo Conte è il nuovo direttore artistico del Carlo Felice, il principale teatro di Genova, uno dei più prestigiosi in Italia. Nato a Treviso nel 1967, Conte si è diplomato in composizione con Mansueto Viezzer, in musica corale e direzione di coro, in musica elettronica con Alvise Vidolin al conservatorio Benedetto Marcello di Venezia, dove ha seguito i corsi di musica liturgica tenuti da Padre Pellegrino Ernetti. Conte è laureato in Lettere a Ca’ Foscari con una tesi di laurea su Risonanze erranti di Luigi Nono, e ha frequentato master e stage sul live electronics, sulla direzione di coro e sulla direzione d’orchestra.
 
Un curriculum di prima grandezza che è sempre andato a braccetto con un carattere fatto di squisita eleganza e disponibilità. Conte è critico musicale e ha collaborato con mensili e quotidiani compresa la tribuna. Ma non finisce qui: ha collaborato con Sonopolis, Asolo Musica, Salv.a.t.i. e la Fondazione Cini per l’Accademia Musicale di San Giorgio, orchestra della quale è stato coordinatore artistico e organizzativo dal 1999 al 2002. Pierangelo Conte è stato attivo nell’ambito delle Settimane Musicali al Teatro Olimpico, occupandosi della segreteria artistica, collaboratore artistico per l’opera. Membro del consiglio di amministrazione della Fondazione Malipiero in quanto rappresentante del Comune di Venezia, nel 2008 e nel 2009 ha insegnato ai master di «Gestione e organizzazione dello spettacolo dal vivo» organizzati dal Conservatorio di Adria. Tra il 2009 e il 2014 è stato docente a contratto nel corso di laurea in Tecniche artistiche e dello spettacolo a Ca’ Foscari. Dal 1997 ha collaborato con la Fondazione Teatro La Fenice di Venezia nell’ambito delle attività della direzione marketing e comunicazione. Dal 2002 ha collaborato con la direzione artistica in qualità di assistente del direttore artistico e di consulente. 
 
Dal 2005 al 2014 è stato segretario artistico della Fondazione Teatro La Fenice di Venezia. Dal 2014 è stato coordinatore artistico della Fondazione del Maggio Musicale Fiorentino. Nonostante i viaggi e le esperienze che lo hanno visto lavorare con i grandi maestri della bacchetta, Conte ha sempre portato Treviso nel cuore.—
Alessandro Zago

Lattuga al forno con alici e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi