“Comune ciclabile” Breda si conferma ai vertici nazionali

breda di piave

Dopo gli ottimi risultati dello scorso anno, Breda di Piave raddoppia e si aggiudica anche per il 2021 l’attestato di “Comune ciclabile”. Il riconoscimento arriva direttamente dalla Fiab – Federazione italiana ambiente e bicicletta – che, dopo aver inserito il Comune trevigiano tra le new entry del 2019, lo ha riconfermato ai vertici nazionali fra quelli che meglio mettono in atto politiche attive per la mobilità sostenibile, l’incentivazione di piste ciclabili e lo sviluppo di pratiche ambientali virtuose rivolte ai trasporti. Le premiazioni, svoltesi online, hanno quindi appuntato tre “bike-smile” sulla “Bandiera gialla della ciclabilità” per l’amministrazione guidata dal sindaco Moreno Rossetto, che da tempo porta avanti con decisione il progetto della cosiddetta “mobilità dolce” e che proprio negli ultimi anni ha inaugurato chilometri di piste ciclabili.


A ritirare “virtualmente” il premio è stato l’assessore alla sicurezza stradale Lucio Zaniol: «Siamo davvero orgogliosi di questo riconoscimento che premia il lavoro fatto negli anni e i grandi investimenti in materia, uno dei punti cardine della nostra amministrazione», commenta lo stesso Zaniol. «Ora puntiamo ai 5 “bike-smile” perché con tutte le opere ciclopedonali che abbiamo in programma – via Moretti, via Cal di Breda e Vacil – possiamo solo crescere. È un progetto ambizioso e importante con il quale puntiamo, fra le altre cose, a portare i ragazzi e le ragazze di Pero alle nuove scuole medie usando proprio la bicicletta; abbiamo già il pedibus e il prossimo passo sarà l’introduzione del bicibus». —



Lattuga al forno con alici e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi