Fotografo rapinato dello smartphone nel covo dello spaccio

Conegliano, l’aggressore del Biscione potrebbe essere un pusher che temeva di essere stato immortalato dal teleobiettivo della vittima

CONEGLIANO. Lo avvicina e lo spintona rubandogli l'Iphone. Un fotografo residente ad Orsago, Martin Reizer, 54 anni originario della Repubblica Ceca, è stato rapinato mercoledì 17 febbraio in pieno giorno nella zona del Biscione. «Avevo il cellulare in mano e stavo rispondendo ad un messaggio – racconta l'uomo - questo giovane mi ha spinto da dietro e mi ha strappato con forza il cellulare. Gli sono corso dietro, ma correva veloce e avevo paura che potesse avere un coltello, allora sarebbe andata anche peggio».

«Spacciatori già segnalati»


L’aggressione è avvenuta verso le 13. Non è escluso che il malvivente abbia pensato di essere stato immortalato e per questo si sia scagliato contro l'uomo. «Lì sopra alle scale della stazione delle corriere avevo già segnalato degli spacciatori - racconta Martin Reizer - quello che mi ha aggredito era di colore, aveva giubbotto e mascherina nera e aveva uno zainetto con una fascia rossa». Attualmente Reizer è senza lavoro, ma ha fatto a lungo il fotografo di professione e sta cercando occupazione nel settore della fotografia. Il rapinatore è scappato verso l'ex area Zoppas e fatto perdere le sue tracce. Al cinquantenne non è rimasto altro da fare che rivolgersi al più vicino posto di polizia, nella stazione ferroviaria, e raccontare quanto gli era accaduto. Attraverso l'identificativo l'Iphone è stato intercettato verso nella zona verso il fiume Monticano, ma poi è stato spento.

Le indagini

La polfer sta indagando e attraverso le immagini delle telecamere di videosorveglianza si sta cercando di dare un volto al giovane delinquente. Il Biscione finisce di nuovo nell'occhio del ciclone. «Conegliano è una città bellissima città – sottolinea la moglie del fotografo, Rosanna Folegot - è un peccato che sia rovinata da questi episodi. Sono cose che non possono accadere, per fortuna mio marito non è rimasto ferito, ma è rimasto scosso». L'unica consolazione è che i dati all'interno del cellulare potranno essere recuperati attraverso l'ICloud. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Video del giorno

Sgarbi e Al Bano cacciati a fischi dal palco dell'Arena di Verona: era la sera dell'omaggio a Franco Battiato

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi