Chodi killer sparsi nei campi caccia al teppista dei trattori

san biagio di callalta

Questa volta i “nemici” degli agricoltori non sono rappresentati dalla cimice killer, il clima pazzo o gli animali selvatici che devastano le colture. I “nemici” sono i chiodi, lunghi una ventina di centimetri, spessi e bene affilati (usati in edilizia e carpenteria), che una volta piantati sul terreno dove passano i trattori per gli interventi di rito sui vigneti possono tranquillamente forare un pneumatico. E il costo di un pneumatico di simile portata può variare dai 700 agli 800 euro. Questi chiodi “killer” sono stati trovati piantati nei terreni di una decina di agricoltori di San Biagio, Roncade e Monastier e alcune forature sono andate a buon fine.


Gli imprenditori agricoli delle zone in questione da tempo sono in allarme e si chiedono chi possa essere l’autore di queste azioni vandaliche: un “serial killer” che disprezza la campagna oppure il classico vandalo di turno che ama danneggiare i beni altrui? C’è molto timore da pare di chi lavora quasi tutti i giorni a bordo dei trattori visto che anche l’agricoltura causa pandemia in questo periodo di crisi ha subìto notevoli danni economici. Valerio Nadal, presidente Condifesa (che associa 10 mila imprese della Marca), spiega: «Il consorzio assicura i suoi associati, ma da danni atmosferici, fitopatie, animali e mancate produzioni, attraverso l’Agrifondo». Il consiglio quindi è di rivolgersi alle normali compagnie assicurative per coperture di eventual danni vandalici. Oppure dare la caccia al vandalo che imperversa nei campi roncadesi e sambiagesi. —



Lattuga al forno con alici e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi