Violentata dal compagno della nonna a Montebelluna: lo denuncia dopo più di dieci anni

L’esposto della giovane ha portato all’apertura di un’inchiesta

La sedicenne racconta: «Avevo solo 6 anni e crescendo ho preso coscienza di quanto successo» L’anziano indagato era già processato e assolto di recente in un altro processo per violenza sessuale

MONTEBELLUNA. Violentata dal compagno della nonna quando aveva 6 anni ma lo denuncia dopo oltre 10. Ora, in base all’esposto della giovane donna, un uomo di quasi 70 anni è indagato per violenza sessuale. L’anziano, un italiano residente nella Marca, alcuni anni fa, era stato assolto in un altro processo in tribunale a Treviso per violenza sessuale per aver palpeggiato una minorenne.

La confessione alla madre


L’inchiesta del sostituto procuratore Francesca Torri è stata innescata dall’esposto della giovane donna che, alcuni mesi fa, ha deciso di rompere il silenzio sulla triste vicenda, confidandosi con la madre. La giovane ha raccontato di essere stata violentata quando aveva tra i 5 e i 6 anni dall’uomo, un italiano, che all’epoca conviveva con la nonna.

Quando era a casa della nonna, nella zona del Montebellunese, da sola con lui, l’uomo avrebbe approfittato per avere rapporti completi. La giovane donna ha giustificato il silenzio, durato per oltre 10 anni, un po’ perché era stata minacciata dall’uomo: «Non dire nulla sennò non sai cosa succede», e un po’ perché solo crescendo è riuscita a rendersi conto veramente della gravità di quanto era successo.

L’inchiesta

L’esposto in procura della giovane donna ha innescato l’apertura di un fascicolo a carico del pensionato per violenza sessuale su minore aggravata dalla relazione domestica. È chiaro che una denuncia così grave ha indotto il sostituto procuratore Torri, titolare del fascicolo, ad approfondire il caso con un incidente probatorio. Prima di procedere nei confronti dell’indagato e chiederne un eventuale rinvio a giudizio, la procura ha disposto una perizia sull’attendibilità della giovane donna.

Il precedente

Di certo c’è che il pensionato, in passato, era già stato processato in tribunale a Treviso per lo stesso reato. Ad accusarlo, anche in questo caso, una minorenne, sulla quale l’uomo avrebbe allungato le mani per palpeggiarla nelle parti intime. In quel caso, comunque, al termine del processo, il pensionato fu assolto dai giudici del collegio. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Lattuga al forno con alici e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi