Travolto sulle strisce pedonali: muore a 38 anni dopo una settimana di agonia

Il mezzo che ha travolto l'uomo

Stava attraversando la strada con due pizze da asporto in mano che stava portando a casa

SAN BIAGIO DI CALLALTA. Una settimana fa era stato investito sulla Postumia, davanti al municipio di San Biagio, mentre attraversava la strada sulle strisce, con due pizze da asporto in mano che stava portando a casa. Ma un’auto lo travolse e lo sbalzò ad una trentina di metri dal punto d’impatto.

A distanza di pochi giorni, purtroppo, il pedone, Harmeet Singh, 38 anni, un cittadino di origine indiana, residente con la famiglia a San Biagio, è morto nel letto di rianimazione dell’ospedale Ca’ Foncello dove era stato ricoverato nell’immediatezza dell’incidente. Troppo grave il politrauma riportato nell’incidente.


Il sostituto procuratore della Repubblica di Treviso Anna Andreatta ha aperto un fascicolo per omicidio colposo a carico dell’autista della Peugeot 206 investitrice, una giovane donna di 23 anni, originaria della Bosnia Erzegovina, residente a Codognè, negativa all’alcoltest.

L’incidente stradale risale alle 20 di lunedì 18 gennaio. La donna era alla guida della sua auto che da Treviso procedeva verso Ponte di Piave, quando, all’altezza di un attraversamento, davanti al municipio di San Biagio, investì l’indiano che aveva appena ritirato due pizze da asporto per andare a casa, poco distante, a mangiarle con i familiari che lo attendevano.

Cinque giorni dopo l’investimento, il cittadino indiano è morto al Ca’ Foncello. Il decesso risale infatti a sabato pomeriggio. Ora è partita l’indagine della procura. —


 

Lattuga al forno con alici e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi