Furto in casa di un noto assicuratore di Arcade, rubati gioielli e un fucile poi abbandonato

I ladri hanno trovato la chiave dell'armadietto che custodiva anche dei preziosi oltre all'arma

ARCADE. Colpo in casa di un noto assicuratore di Arcade, Nello Pollicini della Assizorzi. I ladri sono entrati nella sua abitazione della piazza centrale di Arcade e hanno portato via un fucile, ori e gioielli. L’arma è stata ritrovata poi nelle pertinenze dell’abitazione mentre naturalmente dei preziosi non è stata trovata traccia. Stando a quanto s’è appreso, i ladri sono riusciti a entrare nell’appartamento che si trova al primo piano di un edificio che si affaccia in piazza Vittorio Emanuele III ad Arcade, dove vive il noto assicuratore con la famiglia.

Dopo aver passato in rassegna le varie stanze dell’abitazione, i ladri hanno trovato la chiave di un armadietto blindato dove il proprietario, cacciatore, detiene armi e munizioni e custodisce anche ori. Il ritrovamento della chiave ha facilitato notevolmente l’opera dei ladri che poi sono scappati con il bottino ed un fucile.

Evidentemente però l’arma, piuttosto ingombrante, ha indotto i malviventi a liberarsene lasciandola nelle pertinenze dell’abitazione. È stato poi lo stesso assicuratore a ritrovarla e ad avvertire i militari dell’Arma della stazione di Nervesa, competente per territorio, che si sta occupando delle indagini del caso.

Sull’entità del danno, poco si sa anche perché l’assicuratore ha espresso la volontà di non rilasciare dichiarazioni in merito al furto subito. Le indagini dei carabinieri della compagnia di Montebelluna non si prospettano così facili anche se hanno già avviato gli accertamenti per tentare di risalire all’identità degli autori del colpo.

Accertamenti che si svilupperanno attraverso le classiche indagini affidate alla tecnologia visto che, secondo quanto appreso, non ci sono testimoni oculari che abbiano visto persone sospette nella zona. Al vaglio le telecamere di piazza Vittorio Emanuele, la piazza centrale di Arcade, e al setaccio i tabulati telefonici per vedere chi era presente nella zona al momento del furto. Si tratta di indagini difficili e dall’esito tutt’altro che scontato. —

Video del giorno

Le Frecce Tricolori sopra le Cinque Torri: che spettacolo!

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi