Portobuffolè in lutto addio a Roberto Marin pubblicitario di 61 anni

È stato vinto da un sarcoma aggressivo in venti mesi Era cognato di Angelo Brescancin, scomparso da poco

PORTOBUFFOLÈ

Ha suscitato enorme dolore e sconcerto, in tutti i cittadini di Portobuffolè, la notizia della scomparsa del pubblicitario Roberto Marin. Aveva 61 anni, era originario di Annone Veneto ed è stato vinto da un sarcoma aggressivo in 20 mesi. L’uomo si è spento all’hospice Casa dei Gelsi di Treviso. Lascia nel dolore le figlie Elena e Giulia, di 38 e 31 anni; le sorelle Luisa, Claudia e Gabriella, il fratello Dino e la ex moglie Tatiana.


Roberto Marin era cognato dell’imprenditore di Oderzo Angelo Brescancin, scomparso la scorsa settimana sempre per un tumore a 55 anni, conosciuto anche per essere membro del direttivo dei Grifoni Rugby. Marin era originario di Annone Veneto, ma si era stabilito a Portobuffolè, innamorandosene. Ha avviato la sua collaborazione come consulente pubblicitario alla Gifiex di Roncade prima e alla Uoma, nel settore abbigliamento, successivamente. Viaggiava di continuo tra Veneto e Friuli, maturando grandi soddisfazioni. Grazie a lui l’attuale sindaco Andrea Susana ha trovato lavoro. «Una delle sorelle la conosco – ricorda il primo cittadino – e tramite lei Marin mi fece recapitare un messaggio. Cercavano un dipendente in una ditta del territorio, e dopo il colloquio venni assunto. Gli devo molto. Per me e per la cittadinanza è una perdita gravissima».

La sorella Luisa lo ricorda così: «Persona generosa e solare, amava gli scherzi e stare in compagnia. Mi ha affidato tutti i preparativi per il funerale, dal modo di vestire alla chiesa per le funzioni religiose». Le cerimonie si terranno nel Veneziano: domani 24 gennaio rosario alle 19 nella cappella dei Santi ad Annone Veneto, mentre lunedì alle 15 verranno celebrati i funerali sempre ad Annone, ma nella chiesa di San Vitale Vecchia, al confine col Friuli. Infine la figlia Elena svela un particolare: «Amava molto leggere e il suo scrittore di riferimento era Pasolini. Amava le poesia e le componeva lui stesso».

Portobuffolè dà l’addio a un’anima bella, di cui si avvertirà la mancanza. Ma, in fondo, il ricordo di Roberto Marin, nella sua cittadina, non sbiadirà mai. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Battiato, un anno dopo: un ensemble di violini dal Veneto nella sua Milo

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi