La prof De Bortoli morta 40 giorni dopo il marito

SANTA LUCIA

È mancata domenica la professoressa Luciana De Bortoli, 86 anni, insegnante molto conosciuta nel Coneglianese. Se n’è andata appena 40 giorni dopo la morte del marito, il professor Walter Zandonadi, 84 anni, mancato il 28 novembre. Lei si era laureata all’Accademia delle Belle Arti di Venezia ed era stata insegnante di educazione artistica alle scuole medie di Susegana e alle “Cima” di Conegliano. Era originaria di Cordignano. Era pure un’artista: dipingeva con la tecnica dell’acquerello e faceva parte anche di associazioni di artisti, come il gruppo “la Tavolozza” di Cordignano. La figlia Elisabetta la ricorda per il suo carattere forte, indipendente, estroverso e dotato di fantasia. Come insegnante era ricordata dai suoi allievi per la sua preparazione, unita a una giusta dose di severità.


Il marito Walter Zandonadi era stato pure lui insegnante per anni all’istituto Marco Fanno di Conegliano, dopo la laurea in fisica e matematica conseguita all’università di Modena. Dopo il matrimonio si erano trasferiti a vivere prima a Conegliano e negli anni Ottanta a Bocca di Strada. Erano stati uniti nella vita e quindi uniti nel destino della morte, a poca distanza.

Li piangono le figlie Elisabetta con Sandro e Cristina con Fabio, la nipote, i fratelli Lucia e Giorgio, parenti e amici. Il funerale nella chiesa di Bocca di Strada stamattina alle 10, preceduto dal rosario. Il feretro sarà tumulato nel cimitero comunale di Cordignano. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lattuga al forno con alici e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi