L'arte violata, la Gypsoteca di Canova ricorda e si racconta

I danni causati dal bombardamento della Grande Guerra

Quattro appuntamenti nell'anniversario del bombardamento che danneggiò i gessi durante la Grande Guerra

POSSAGNO. Da 26 al 29 dicembre 2020 il Museo Gypsotheca Antonio Canova propone quattro appuntamenti per ricordare il tragico anniversario del bombardamento che ha colpito la Gypsotheca durante la prima guerra mondiale.

La testa di Alexandrine Bonaparte, principessa di Canino


Quest’anno con "Frammenta" verranno indagate le figure fondamentali di quei giorni. Al centro del racconto ci saranno due uomini che hanno raccolto dal pavimento, fotografato, restaurato frammenti di bellezza. Si tratta di di Stefano e Siro Serafin, padre e figlio, curatori e restauratori che dal 1918 fino al 1922 hanno lavorato instancabilmente per restituire la Gyspotheca alla sua originale bellezza.

Frammenta quest’anno si terrà online.

Alcuni busti distrutti nel bombardamento

Ecco gli appuntamenti
 
26 dicembre,  ore 16:  "Il video"
Rivive l’installazioneun anno dopo la prima edizione. Dal 26 al 29 dicembre 2019 il Museo Gypsotheca Antonio Canova di Possagno ha ospitato il suo primo allestimento in dialogo con l’arte contemporanea. L’installazione dell’artista Giuseppe Vigolo ha trovato un luogo e lo ha fatto rivivere. Suoni, rumori, luci e ombre: un bombardamento. Una connessione che ha riportato la Gypsotheca, grazie proprio all’installazione di Vigolo, indietro nel tempo fino ad una delle sue pagine più dolorose, ovvero il bombardamento del 1917.
Il video verrà pubblicato su Igtv, la pagina Facebook e il canale YouTube del Museo.
 
27 dicembre,  ore 16: "In archivio".
Con la partecipazione di Bertoli,  attraverso le carte d’archivio verranno indagati gli eventi principali che hanno permesso a Stefano e Siro Serafin di procedere con il restauro delle opere della Gypsotheca. Saranno ripercorse poi le tappe più importanti e significative che hanno fatto rinascere la bellezza canoviana conservata all’interno della Gypsotheca.
L’intervento verrà trasmesso su Igtv, la pagina Facebook e il canale YouTube del Museo.
 
28 dicembre,  ore 16:  "La fotografia".
L’arte violata dalla Grande Guerra attraverso le foto di Stefano e Siro Serafin conservate al Fast di Treviso. Un viaggio attraverso la memoria fotografica in questo reportage così doloroso quanto prezioso. Testimonianza indelebile per la memoria dei posteri.
L’intervento verrà trasmesso su Igtv, la pagina Facebook e il canale YouTube del Museo.
 
29 dicembre, ore 11: "Visita guidata online| L’arte violata".
Longo e Bertoli accompagneranno il pubblico in una visita guidata online in Museo per ripercorrere le tragiche vicende del primo conflitto mondiale e dei danni che il patrimonio canoviano di Possagno subì in questa occasione.
L’evento si svolgerà in diretta Zoom, previa registrazione. Il costo unico del biglietto è di 4 euro: www.ticketlandia.com/m/event/visite_online.

 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Calcio, giornalista molestata in diretta tv dopo Empoli-Fiorentina

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi