Contenuto riservato agli abbonati

Fatture false per ripulire il nero: commercialista di Oderzo davanti al giudice

L’inchiesta coinvolge il libero professionista Luigi Marcuzzo e due imprenditori. Tra loro c’è anche Pizzo, l’autore del falso allarme bomba del 2014 in tribunale

ODERZO. False fatture per ripulire il “nero”. Un commercialista e due imprenditori sono comparsi, ieri mattina, davanti al giudice delle udienze preliminari Marco Biagetti, per rispondere di reati fiscali legati al rilascio di fatture false per evadere il Fisco.

Si tratta del commercialista Luigi Marcuzzo, 70 anni, commercialista di Oderzo, di Tommaso Ernesto Pizzo, 54 anni di Scorzè, e di Annita Forniz, 71 anni di Oderzo (difesi dagli avvocati Fabio Crea, Giulia Garbo, Daniele Panico e Fabio Venturino).

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Bengala Fire, l'appello al voto di Cornuda: "Facciamoli splendere fino alla vittoria"

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi