Coronavirus, a Castelfranco sequestrate 7.500 mascherine chirurgiche non a norma

(foto d'archivio)

Le vendeva un ambulante al mercato. Blitz della Guardia di finanza. Erano sprovviste di ogni indicazione richiesta per legge 

CASTELFRANCO. La Guardia di finanza di Castelfranco ha sequestrato 7.500 mascherine chirurgiche non sicure. I finanzieri hanno individuato un canale nuovo - e del tutto singolare - di vendita delle mascherine di tipo chirurgico: in occasione del mercato settimanale che si tiene nella piazza castellana, un venditore ambulante, un italiano di 48 anni, esponeva oltre ad articoli per la cura della persona anche migliaia di mascherine di tipo chirurgico tutte prive di indicazioni in lingua italiana e delle informazioni minime richieste dal Codice del consumo riguardanti la denominazione legale o merceologica del prodotto, il produttore, il Paese di origine, l'eventuale presenza di materiali o sostanze pericolose, i materiali impiegati e le istruzioni per l'uso.

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi