Treviso, l’addio a Giorgio Balbiani, 90 anni, è stato senza funerale

Era stato ricoverato alcuni giorni fa per un malessere che poi si è scoperto essere frutto del coronavirus

TREVISO. Un addio senza funerale per Giorgio Balbiani, ennesima vittima del coronavirus nel comune di Treviso. Aveva 90 anni, una vita tra lavoro e famiglia, con al fianco la moglie, mancata anni fa, e i due figli. Pensionato, Balbiani era stato ricoverato alcuni giorni fa per un malessere che poi si è scoperto essere frutto del coronavirus, l’età ed altri acciacchi precedenti hanno spianato la strada al male che purtroppo non gli ha lasciato scampo. È mancato domenica, e verrà ricordato giovedì nella camera ardente del Ca’ Foncello con un ultimo saluto ristretto dei familiari.

Ad annunciarne la morte i figli Stefano e Marco con Gloria, i nipotini Rocco e Maria, il fratello Luciano. Dopo la cerimonia ristretta presso l’obitorio dell’Ospedale Ca’ Foncello di Treviso, il feretro di Balbiani verrà immediatamente condotto al Crematorio di Treviso. La città deve contare così l’ennesima sua vittima dell’epidemia.

Una lunga lista di lutti che ha colpito anziani noti e meno noti, e che nel capoluogo come altrove non verrà mai dimenticata. —
 

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi