Residence Covid a Ca’ dei Fiori di Casale. «Vedelago bocciata perchè servono infermieri e oss»

La prospettiva non rassicura le lavoratrici che a marzo hanno già combattuto una dura battaglia con il virus. E il contagio continua tra gli operatori

TREVISO. Mentre nelle Rsa si cerca di azzerare i contagi, sia tra gli ospiti che tra gli operatori, l’azienda sanitaria prosegue nella sua ricerca di una casa di riposo Covid dove ospitare gli anziani positivi provenienti da strutture particolarmente colpite dalla pandemia.

Naufragata l’ipotesi che pareva estremamente concreta di allestire il servizio alla Civitas Vitae di Vedelago, l’attenzione si è spostata su Ca’ dei Fiori di Casale: una casa di riposo che durante la prima ondata epidemica era stata particolarmente segnata.

«Il dottor Del Re ha avuto mandato dalla direzione di fare delle verifiche – spiega il direttore anitario dell’Usl 2 Francesco Benazzi – l’ipotesi della Civitas vitae non è andata in porto perché oltre agli spazi servono anche infermieri e oss».

La prospettiva non rassicura le lavoratrici che a marzo hanno già combattuto una dura battaglia con il Covid. E il contagio continua tra gli operatori. «Abbiamo dei positivi alla San Gregorio di Valdobbiadene (ancora positivi un operatore e due pazienti, asintomatici e isolati nel padiglione Endimione, ndr), all’Israa come si sa, e forse qualche caso a Casa Marani di Villorba, stiamo verificando» dice Marta Casarin, Cgil Fp che col sindacato sta vigilando sul rispetto delle misure di sicurezza nelle strutture.

"Sono dovuta intervenite in alcune strutture perché dei guanti mancavano alcune misure». E poi c’è il tema dei tamponi: «alcuni direttori di struttura non hanno più fatto i tamponi agli operatori che si erano negativizzati dopo la prima ondata – aggiunge Casarin – altri invece li fanno a discrezione dei distretti».

Sul caso la replica del dg Benazzi è netta: «È falso che nelle case di riposo non fanno tamponi a chi si è negativizzato. E sui rapidi seguono le linee guida, con tampone molecolare di conferma sui positivi». —


© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi