«Cortina, pronti a tutto» Alessandro Benetton spiega i “suoi” Mondiali

«Stimiamo di dover ospitare metà pubblico, ma potremmo fare i conti pure con le “porte chiuse”. Siamo pronti a tutto, solo a ridosso dell’evento sapremo come muoverci». Alessandro Benetton, presidente di Fondazione Cortina 2021, riflette sull’impatto dell’era Covid per i Mondiali di sci in programma dall’8 al 21 febbraio. L’occasione è un incontro promosso martedì dal Rotary Treviso. «Con il governo stiamo predisponendo un evento che faccia da lancio. Lo stesso esecutivo ci ha garantito risorse aggiuntive per far fronte a limitazioni e necessità imposte dall’era Covid». Ma a quale evento-lancio pensa Benetton? «Stiamo preparando una cerimonia d’apertura televisivamente molto accattivante. Il ruolo della tivù, in questo momento, diventa fondamentale. I Mondiali, con la riduzione della presenza di tifosi, saranno anzitutto un grande spettacolo televisivo. Con la premessa di poter raggiungere una platea di almeno 500 milioni di telespettatori. Con la mente che giocoforza andrà già alle Olimpiadi 2026». Un evento di valenza planetaria che ha ridato slancio alla perla ampezzana: «I Mondiali potranno generare un movimento di centinaia di milioni di euro, un indotto straordinario». Così irrompe il tema della “legacy”, il lascito che la rassegna iridata affiderà al territorio. «E non mi riferisco solo all’Olimpiade», puntualizza, «Il vero lascito sarà la squadra che ha lavorato ai Mondiali negli ultimi anni. Una straordinaria iniezione di energie. Quello che ho ribattezzato “effetto palla di neve”». Un entusiasmo che ha contorni ben definiti: «C’è un gruppo di lavoro che ha lavorato sodo, ma c’è pure la realizzazione di una pista d’allenamento per agonisti. Ci sono una piscina e una palestra. Ci sono i 25 alberghi oggetto di restauro dopo 30 anni. Vogliamo essere un esempio. Perché il grande evento può fare la differenza. I Mondiali di sci di rilanceranno Cortina come l’Expo lo ha fatto per Milano».—

Mattia Toffoletto


Lattuga al forno con alici e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi