Scuola, impennata di nuovi focolai a Treviso: altre cinque classi in quarantena

Un nido, due materne, una media e una superiore: con più di un caso per gruppo, scatta l’isolamento

TREVISO Cinque nuove classi in quarantena, ossia un centinaio fra bambini e ragazzi (nonché 13 insegnanti): s’allunga il rosario delle scuole della Marca colpite da infezioni da Covid, le classi in isolamento salgono dalle 12 d’inizio settimana alle 19 attuali.

Il più bersagliato, nelle ultime ore, è risultato il distretto di Treviso: sottoposti a quarantena tutti gli iscritti di un nido (unica sezione), i 23 bambini e le quattro insegnanti di una sezione di un asilo, i 21 studenti e le cinque insegnanti di una classe delle medie, i 24 alunni di una classe delle superiori.

Non passano inosservati, in particolare, gli ultimi due provvedimenti di isolamento: le due classi in questione annoverano entrambe due positivi.

Nel distretto di Pieve, si registra la quarantena per 17 bambini e quattro insegnanti di una classe di una materna. Restando nello stesso distretto, è notizia dell’altro ieri la quarantena per due classi della scuola dell’infanzia di Farra: gli esiti dei tamponi si conosceranno oggi, l’isolamento dovrebbe essere sciolto il 14 ottobre.

Quanto al provvedimento delle quarantene, un’ordinanza regionale della settimana scorsa impone l’obbligatorietà dell’isolamento della classe fino alla prima elementare (basta un solo caso positivo). Nel caso dei ragazzi più grandi, come nelle due classi di medie e superiori indicate nel report quotidiano dell’Usl, la quarantena scatta automatica con più di un positivo.

E, in entrambi i casi, gli infettati sono risultati due. Già nelle settimane scorse, ad ogni modo, una particolare accortezza era stata evidenziata per nidi e materne, in ragione dei contatti ravvicinati che contraddistinguono i più piccoli. Qualcuno potrebbe fare un parallelo con il Cerletti di Conegliano, dove lunedì sono stati effettuati i test rapidi e non è stato disposto l’isolamento della classe: in quel caso, però, è stata individuata una sola positività, a differenza delle due riscontrate ieri nel “mini-cluster” di una superiore del distretto di Treviso. Le cinque nuove classi in quarantena impongono però un riepilogo, dopo la ventina abbondante conteggiata la settimana scorsa.

L’Usl aveva evidenziato lunedì una netta diminuzione: 12 classi sospese, con 113 persone in quarantena (contro le 200 dello scorso fine settimana). Ora, alla luce dei nuovi provvedimenti Usl, torniamo sopra le 200 unità. Ma l’ottimismo, fortificato dal mancato isolamento di una classe del Cerletti, è durato poco.

Prima è arrivata la notizia delle due classi in quarantena alla scuola dell’infanzia di Farra, dove una maestra è risultata positiva: si attende, nelle prossime ore, l’esito dei tamponi. Ieri la litania di cinque nuove classi, di cui quattro del distretto di Treviso. Riassumendo: un nido, due materne, una media e una superiore.

Non è il primo caso di un nido con tutti i piccoli in quarantena: situazione analoga, la settimana scorsa, a Fontanellette. Il rosario delle quarantene era iniziato già il 16 settembre, terzo giorno dalla ripartenza della scuola: “battesimo” per una quinta del Da Vinci. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Zuppetta di sedano rapa, mela verde, quinoa, mandorle e cavolo nero

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi