Contenuto riservato agli abbonati

Palestre, gazebo e sale della Marca:  ecco dove ci si vaccinerà contro l'influenza

L’elenco degli spazi comunali che a ottobre diventeranno maxi ambulatori. Maserada la prima a partire sabato 9; tensostrutture nei quartieri di Treviso

TREVISO

L’elenco non è ancora completo, mancano alcune limature e le aggiunte dell’ultima ora, in qualche caso gli orari. Ma ecco quali sono, salvo variazioni ulteriori, alcuni dei grandi spazi messi a disposizione dai Comuni, grazie al grande lavoro di coordinamento svolto dalla conferenza dei sindaci e dalla presidente Paola Roma, dove ci si dovrà recare, nei prossimi giorni, per la vaccinazione antinfluenzale.

A partire saranno le persone che hanno dai 65 anni in su e coloro che soffrono di patologie particolari (respiratorie, cardiache e altre) senza limitazioni d’età. L’elenco degli spazi di seguito è inevitabilmente incompleto perché una parte dei medici di famiglia ha deciso di effettuare la vaccinazione nel proprio ambulatorio. Presa visione degli spazi bisognerà comunque verificare come intende regolarsi il proprio medico di famiglia.


Tensostruttura a Santa Maria del Rovere aperta dal 13 ottobre, e a Sant’Angelo nei sabati 17 e 24. Ultime limature per gli altri quartieri di Treviso.

A San Biagio apre il palazzetto De Vidi il 17 e il 20; palestre comunali a disposizione nei Comuni di Casier e Casale.

Mogliano apre ai cittadini la sede distrettuale (24 ottobre, 7 e 13 novembre). Diventeranno maxi ambulatori la ex scuola Pio X di Quinto e Ca’ dei Gelsi a Istrana.

A Paese vaccini nella sede della medicina di gruppo con autoprenotazione con cartelloni sul posto; a Povegliano apre il centro sociale di Santandrà, a Ponzano verranno montati dei gazebo davanti alla sede ambulatoriale.

Diventeranno maxi ambulatori la palestra di Fontane (14,17, 21 e 24 ottobre) e la biblioteca di Spresiano. Ma anche la sala Moro di Carbonera e la sede della medicina di gruppo di Maserada che partirà per prima il 9.

Oderzo apre l’ex Foro Boario (sabato 17); Fontanelle e Mansuè mettono a disposizione le palestre comunali. Salgareda, Ponte di Piave e San Polo faranno vaccini anche nel giardino e parcheggio della medicina di gruppo (drive-in se piove). A Motta ci si recherà nella sede distrettuale.

A Castelfranco a partire dal 12 vaccini in sala Bordignon; a Resana apre la sala parrocchiale (10 e 17). A partire dal 14 Vedelago mette a disposizione la sala riunioni del distretto. Un gruppo di medici di Montebelluna dà appuntamento agli assistititi al “Postale” di Busta (dal 14). Caerano apre la sede della medicina di gruppo. Pove del Grappa vaccinerà nella sede dell’ex ospedale di Pieve del Grappa.

Conegliano convoca gli utenti nella sala comunale e al punto prelievi dell’ospedale De Gironcoli; San Vendemiano apre la sede degli alpini. A Godega vaccini in sala fiera; a San Fior apre la palestra comunale. Vittorio Veneto ha messo a disposizione la palestra Pontavai (dal 10). Cappella Maggiore apre il salone del Comune dal 14, Cordignano la casa degli alpini dal 15 ottobre in avanti.


Il mese successivo toccherà alle persone di età compresa tra 60 e 64 anni, nei giorni di sabato 7, 14 e 21 novembre.

Sono state individuate le sedi per le vaccinazioni a cura del servizio sanitario, che solo in parte coincidono con quelle messe a disposizione dei medici di famiglia a ottobre.

Ecco l’elenco: Cornuda, il Palapace; Riese Pio X, Casa Riese, Ponzano, Palacicogna; Treviso, il foyer del Sant’Artemio (concessione della Provincia); San Biagio: Palazzetto dello Sport “Alvise De Vidi”; Oderzo, ex Foro Boario; Susegana, ex Biblioteca; Vittorio Veneto, palestra Pontavai. —


 

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi