La giunta a caccia di sponsor per le mura di Treviso

La giunta del sindaco Conte approva un programma per il recupero di risorse dai risparmi di bilancio e per la ricerca di iniziative e sponsor a favore del "monumento" cittadino

TREVISO. La salvaguardia delle mura è tra le priorità dell'agenda della giunta Conte.Il sistema difensivo realizzato nel Cinquecento è al centro di un nuovo intervento di recupero.

La giunta ha inserito nel bilancio comunale una previsione che stabilisce un indirizzo programmatorio di destinazione vincolata di somme per interventi finalizzati alla progettazione e realizzazione del recupero delle mura, da finanziarsi con le risorse disponibili (avanzo, ecc.) e parametrate al 10% delle entrate derivanti dai contributi di costruzione.

Inoltre, ha previsto di programmare iniziative finalizzate alla ricerca di contributi e finanziamenti nonché a promuovere e diffondere modelli di partenariato pubblico privato, sponsorizzazioni, ArtBonus e altre forme di coinvolgimento di soggetti privati, che possano partecipare al finanziamento o comunque concorrere al recupero delle mura cittadine.

In pratica al recupero delle mura saranno destinate dei "risparmi" di bilancio e inoltre si andrà a caccia di ulteriori fondi attraverso la ricerca di sponsor o l'adesione ad altre iniziative. Un monumento da salvaguardare viste anche le denunce di degrado segnalate in queste settimana.

«Vogliamo così  esprimere la volontà politica di destinare con continuità nel tempo, le somme e le proposte utili a potere porre in essere progettualità presenti e future, volte alla conservazione, valorizzazione e tutela del sistema monumentale cinquecentesco della città di Treviso», afferma l’assessore all’Urbanistica Linda Tassinari che ha promosso la misura, «Ciò avviene in continuità con le iniziative già avviate nel 2019, tramite l’adesione all’ “Associazione delle Città murate del Veneto”».

Le immagini del degrado dentro le mure dell'ex Enel di Treviso

«Questo percorso virtuoso integra azioni strutturali che abbiamo messo in campo perché riteniamo che il recupero delle mura sia centrale nella politica della nostra amministrazione», aggiunge l’assessore ai Lavori Pubblici Sandro Zampese,  «Fra pochi giorni incontreremo la Soprintendenza per la partenza del progetto di recupero integrale delle mura di Treviso, per il quale abbiamo stanziato in via preliminare 100 mila euro e, a seguire, 160 mila euro per l’individuazione di interventi codificati per un approccio coerente alla manutenzione straordinaria delle mura anche sulla scorta dei precedenti lavori di restauro effettuati».

 


 

Zuppetta di sedano rapa, mela verde, quinoa, mandorle e cavolo nero

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi