Grave infortunio nell’officina, la titolare ha un dito amputato

Mano incastrata tra un’auto e un muro in manovra alla Car Motors di Oderzo. Sul posto il personale medico del Suem, i carabinieri e i tecnici dello Spisal

ODERZO. Rimane incastrata con la mano e perde la falange di un dito, ma il pronto intervento di colleghi, carabinieri e personale medico riesce a evitare conseguenze ancor più drammatiche.

Una imprenditrice di 34 anni è rimasta ferita nel primo pomeriggio di ieri nella sua officina, riportando una grave lesione a un dito della mano sinistra, con amputazione della falange. Stava spostando una vettura a motore spento, quando l’arto è rimasto bloccato tra la portiera dei veicolo e un portone. L’episodio si è verificato all’officina Car Motors in via Postumia a Oderzo. Sul luogo, oltre al personale del 118, sono interventi i carabinieri per coadiuvare nei soccorsi.


Liberare la mano con urgenza, ma con le dovute precauzioni, è stato importante per evitare traumi più gravi. L’imprenditrice è quindi stata trasferita in ospedale, dove le sono state prestate le cure del caso. «Ha avuto subito soccorso e c’è stato il pronto intervento dei carabinieri sul posto, che si sono adoperati per aiutarla», ha spiegato il comandante della tenenza di Oderzo, il tenente Valenti.

Oltre ai militari dell’Arma sono intervenuti i tecnici dello Spisal, per quello che si configurava come un infortunio sul lavoro. Gli ispettori hanno verificato che l’officina rispetta tutte le normative sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e si è trattato di un episodio accidentale, senza colpa alcuna. Non verranno quindi aperti fascicoli sul caso. La Car Motors è un’officina molto conosciuta e apprezzata nell’Opitergino. Colleghi e amici hanno tirato un sospiro di sollievo per la titolare dell’attività, che fortunatamente oltre al dito non ha avuto gravi conseguenze per l’infortunio. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Zuppetta di sedano rapa, mela verde, quinoa, mandorle e cavolo nero

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi