Assemblea Asco Holding, dividendi per 14 milioni: mezzo milione a Conegliano e Castelfranco

Bilancio approvato all’unanimità. Della Giustina: «Siamo una garanzia per il territorio». Ad altri 20 Comuni 440.000 euro

TREVISO Quattordici milioni ai 78 Comuni soci. Ieri l’assemblea degli azionisti di Asco Holding, a Pieve di Soligo, ha approvato all’unanimità il bilancio d’esercizio della società al 31 luglio 2020 e la proposta di destinazione dell’utile di esercizio.

L’esercizio dall’1 agosto 2019 al 31 luglio 2020 si è chiuso con un risultato netto civilistico di 25,6 milioni, sostenuto in prevalenza dai dividendi distribuiti dalle controllate Ascopiave, la quotata in borsa, e Asco Tlc. In tutto, 26,9 milioni.


L’assemblea – era presente l’88% del capitale sociale – ha deliberato la distribuzione di dividendi per 13,9 milioni, con valore di 0,14143 euro per ciascuna azione ordinaria. Lo stesso importo dello scorso esercizio. E poi la destinazione del restante tesoretto a riserva legale per 5,1 milioni ed altre riserve per 6,6 milioni.

«I positivi risultati dell’esercizio hanno consentito di confermare il significativo importo del dividendo e di attestare il percorso distintivo di Asco Holding quale garanzia di supporto come sostegno al territorio, fattore di ulteriore valore in questo momento di incertezza e contrazione economica per l’emergenza sanitaria non ancora conclusa», ha dichiarato Giorgio Giuseppe Della Giustina, presidente della casa madre di Pieve, al termine, «La società opera da sempre con lo scopo di generare valore per gli azionisti, ponendo grande attenzione al l’intera collettività ove è presente attraverso i Comuni soci.

Il numero uno della holding pievigina ha poi voluto sottolineare come questa distribuzione agli azionisti faccia superaree la soglia dei 200 milioni di euro di dividendi destinati ao comnuni soci da quando, nel 2006, è stata decisa la quotazione a Piazza Affari. « Crecdpo che questa somma, nell’arco di 14 anni, sia la testimonianza concreta di un’amministrazione virtuosa e della solidità del Gruppo, ma anche della missione prima di lavorare per il bene del territorio garantendo risorse ai Comuni».

RICAVI E MARGINE

Asco Holding ha conseguito nell’esercizio 2019/20 ricavi per 161,3 milioni, con un significativo + 33% sul 2018/19): questo principalmente per l’ampliamento del perimetro di consolidamento, registrando un margine operativo lordo di 58,8 milioni, in aumento del 51%.

Il gruppo ha distribuito attraverso le proprie reti 1, 270 miliardi di metri cubi di gas. E la rete vede oggi una lunghezza di 12.873 km.

Gli investimenti di Asco Holding ammontano a 38,4 milioni, di cui 34,1 sulle reti di distribuzione del gas ( allacciamenti, ampliamenti, bonifiche e potenziamenti della rete, apparecchiature di misura, manutenzioni e impianti di riduzione) e 1,1 nella reti di telecomunicazione.

GLI ASSEGNI AI COMUNI

Sarà il Comune di Conegliano a prendersi la fetta più grossa del tesoretto erogato tramite i dividendi: ben 541mila euro. A seguire Castelfranco (526.000 €), Villorba (440.000 €); e ancora Cimadolmo, Crocetta, Farra di Soligo, Maserada, Miane, Moriago della Battaglia, Nervesa, Ormelle, Pederobba, Ponte di Piave, Refrontolo, Revine Lago, Salgareda, San Biagio, Sernaglia, Tarzo, Valdobbiadene, Vidor, Volpago, Zenson di Piave tutti con 434.000 €. Questi Comuni sono il nucleo di Bim, il primo consorzio fondato dal senatore Fabbri. E ancora Possagno (391.000 €) e Paese (306.000 €).—



© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Zuppetta di sedano rapa, mela verde, quinoa, mandorle e cavolo nero

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi