Banda ultralarga in Veneto, i dati per ogni comune della provincia di Treviso

Nel capoluogo siamo fermi al 48 per cento di copertura. A Vedelago, a titolo esemplificativo, solo un'abitazione su 100 è raggiunta dalla banda ultralarga, a Ponte di Piave nessuna, così come a Mansuè. Ecco il report con tutti i dati Comune per Comune

TREVISO. Durante il lockdown il Veneto e la Marca si sono fermati e quello che si sperava fosse uno stop temporaneo per molti è diventato una condizione stabile.

Anche se la scuola è ripartita in presenza, lo spettro delle chiusure a singhiozzo ha reso la dad (didattica a distanza) una situazione strutturale: se chiudono le classi si devono accendere i computer. Il rischio di creare gap di apprendimento incolmabili è troppo alto.

A gestire per prime questa rivoluzione sono state infatti le scuole, che hanno dovuto creare e gestire una didattica radicalmente innovativa affidata in tutto e per tutto alla rete.

Poi è toccato alle imprese e agli uffici di ogni ordine e categoria cui è stato imposto di confrontarsi in tempi da stress test con lo smart working fino a prima, per molti, una possibilità tanto re mota quanto inesplorata.

E lo smart working rappresenta una condizione con cui bisognerà confrontarsi ancora a lungo. 

Il risultato? Un enorme sovraccarico di connettività domestica che non è facile gestire. La condizione emergenziale sta diventando strutturale. E Treviso e la Marca, come il resto del Veneto, sono indietro. 

L'analisi di Openpolis: ecco il report completo di settembre 2020

IL VENETO

La Commissione europea prima e il governo italiano avevano fissato l’obiettivo entro il 2020: la banda larga da almeno 30 Mbps (unità che misura la velocità trasmissione dati) su tutto il territorio nazionale e ultra-larga da oltre 100 Mbps per il 50% della popolazione.In Veneto, il numero scende fino al 26%.

LA MARCA

Ecco la situazione in provincia di Treviso sul fronte banda larga. In tutta la Marca solo undici comuni possono vantare una copertura tra il 75 e il 100% delle abitazioni (nessuno tocca questa soglia), in quattordici la percentuale di case raggiunte sta tra 50% e 75%, in sei la fibra raggiunge tra il 25% e il 50% delle case, in tutti gli altri le percentuali di territorio coperte sono irrisorie o nulle.

Se si parla di banda larga ultraveloce (oltre 100 Mpbs) le percentuali scendono in modo vertiginoso. Nel capoluogo siamo fermi al 48 per cento di copertura. A Vedelago, a titolo esemplificativo, solo un'abitazione su 100 è raggiunta dalla banda ultralarga, a Ponte di Piave nessuna, così come a Mansuè. Cavaso del Tomba, Cessalto, Chiarano, Cimadolmo,Cison di Valmarino, Codognè, Colle Umberto: tutti a zero tondo.

In media non si raggiunge nemmeno il 20 per cento di copertura.

Ecco tutti i dati Comune per Comune in provincia di Treviso

 

 

 

 

Minestra di cavolo nero, fagioli all’occhio e zucca con maltagliati di farro

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi