Godega, muore a 17 anni per una cardiopatia

Affetto fin da piccolissimo da una patologia al cuore, era ricoverato a Bologna. Il paese si stringe alla famiglia. Il parroco: «Leonardo amava la vita, genitori e sorella sono stati straordinari»

GODEGA DI SANT'URBANO. Grande dolore e commozione a Pianzano ha suscitato la scomparsa di Leonardo Dal Pos, la cui vita si è spenta solamente a 17 anni. Aveva lottato contro una patologia al cuore fin da piccolo, con determinazione, sempre sostenuto dalla sua famiglia. La malattia aveva condizionato la sua esistenza, facendolo maturare più in fretta. Leonardo era uno studente diligente, un ragazzo semplice. Gli piaceva quando c’era la sagra del suo paese, perché così poteva andare alla pesca di beneficenza. Era anche quello un modo per aiutare la parrocchia di San Lorenzo. Qualche anno fa aveva ricevuto la cresima, frequentava con profitto le scuole, sognava un futuro, ma le complicazioni del male sono state fatali.

Si è spento nell’ospedale di Bologna dove era in cura, circondato dai suoi affetti. Abitava con la famiglia nella località di Baver di Pianzano. Lascia i genitori e una sorella maggiore. La comunità è rimasta sconvolta ieri nell’apprendere di un’esistenza stroncata così prematuramente. «Adesso Leonardo è un angelo volato in cielo, accanto alla nonna che era mancata poche settimane fa», dicono in tanti.


Oggi il parroco don Celestino Mattiuz porterà alla famiglia la vicinanza dell’intera comunità. «Sono da ammirare anche per come hanno vissuto questa situazione, con discrezione», dice il sacerdote. Una famiglia unita, ancora di più attorno a Leonardo, che ha rappresentato un esempio per come ha amato la vita e trasmesso l’amore vero a chi gli è stato vicino. «Abbiamo conosciuto in te l’amore. La generosità senza misura. La tenacia nella sopportazione - è il messaggio con cui hanno voluto ricordarlo i suoi familiari - La dolcezza nella tua presenza. La forza nel suo sguardo. Abbiamo ricevuto da te l’amore più grande».

Stasera alle ore 20 familiari e amici si ritroveranno nella chiesa parrocchiale di Pianzano per la recita del rosario. L’ultimo saluto al ragazzo verrà dato domani alle ore 16. La salma dopo il funerale verrà sepolta nel cimitero di Godega. La cerimonia sarà aperta a tutti, ma all’interno della chiesa come sempre in questo periodo si dovranno rispettare le norme sul distanziamento previste per il coronavirus. Sarà possibile assistere e partecipare al lutto anche nel piazzale esterno grazie agli altoparlanti.

Zuppetta di sedano rapa, mela verde, quinoa, mandorle e cavolo nero

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi