Contenuto riservato agli abbonati

Otto Comuni del “patto” insorgono contro la parentopoli ad Ascopiave

Incarichi dirigenziali in quota leghista con curricola discutibili: contestata l’elezione del nuovo Cda, chiesta la separazione della figura di presidente da quella di Ad

PIEVE DI SOLIGO. Una “parentopoli” leghista in Ascopiave e controllate. Incarichi dirigenziali “eccentrici “rispetto ai curriculum: vedi il caso del capo del personale Roberto Zava, passato forzista e più recentemente committente elettorale di Toni Da Re, ora europarlamentare e in passato segretario nathional della Liga. In organico, il commissario provinciale della Lega, Gianantonio Bof, ex sindaco di Tarzo. E fra i dipendenti pure «sindaci leghisti in carica o cessati dalla carica», «congiunti di esponenti leghisti di primo e secondo piano».

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Calabria, il video del salvataggio di 339 migranti a bordo di un peschereccio

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi