Vento e pioggia, il maltempo si abbatte sulla provincia di Treviso 

Anche nella nottata la maggior parte degli interventi sono stati per risistemare per piante, insegne, impalcature cadute con auto coinvolte dovuti al grande vento

TREVISO. Nella Marca sono stati un’ottantina gli interventi dei vigili del fuoco nella notte a causa del maltempo, con pioggia battente e vento fortissimo, causando ovunque danni e disagi per alberi caduti, rami e piante sradicate e finite sulle strade e in alcuni casi sulle auto in sosta. In queste ore i pompieri stanno intervenendo per tagli pianta a Casale sul Sile, a Fregona sulla strada per il Cansiglio, per sistemare pali Telecom caduti a Riese Pio X, e in via Oriani a Treviso. In via San Bartolomeo alcune transenne da cantiere sono finite sulla strada, a cinquanta metri dalle scuole (la primaria Primo Maggio) in cui si trovavano. Le fronte hanno occupato parte della sede stradale  anche in  via Zermanese, in via Piave (vicino al Tenni), e in via Ghirlanda (vicino alla Provincia), oltre a una pianta caduta a due passi dalla scuola Serena, in viale Montegrappa.
 
 
Nel corso della notte i vigili del fuoco sono intervenuti per sistemare insegne, impalcature, pali Telecom ed Enel. Molti interventi a Conegliano, tra cui uno critico vicino alla rotatoria con via San Giuseppe: alcune luminarie natalizie si sono staccate restanto appese solo per il cavo ad una altezza di circa sei metri. A San Fior un cipresso è caduto in strada, mentre in alcune zone di  Valdobbiadene persiste un black out elettrico. Un albero si è abbattuto sul muretto di cinta della chiesetta di San Giuseppe a Vidor, e un pezzo di cornicione è finito sulla strada.
 

Il maltempo si abbatte sulla Marca: un albero su un'auto a Conegliano

 
Anche nella nottata la maggior parte degli interventi sono stati per risistemare per piante, insegne, impalcature cadute con auto coinvolte dovuti al grande vento. Fortunatamente non si sono registrati feriti. Numerosi i black out che si sono verificati, a macchia di leopardo, in tutta la provincia. 
 
 
Tutti i mezzi e uomini del Comando provinciale dei vigili del fuoco sono impegnati con  la Protezione civile di Treviso, Montebelluna, Conegliano, ed associazione Alpini. Tra i Comuni colpiti dai danni causati dal vento ci sono anche Castelfranco, Vittorio Veneto, Susegana e Montebelluna (abbattuta la copertura di un campo da tennis) dove, oltre agli alberi, sono cadute anche vicino ad alcuni negozi. Numerose strade nel Quartier del Piave, da Pieve di Soligo fino a Tarzo, Revine Lago e Susegana, sono rimaste a lungo chiuse al traffico a causa di alberi caduti. Uno è finito sopra a tre auto a Castelfranco, in via Romagna. A Portobuffolè danneggiato l'argine del Resteggia. 
 
Antica Fiera di Santa Lucia di Piave in ginocchio. La tempesta di pioggia e di vento che ha investito il Coneglianese martedì sera ha distrutto o pesantemente danneggiato le numerose strutture in legno e ferro che fanno da coreografia alla rievocazione storica del mercato medievale che il Comitato Antica Fiera propone da 22 anni. Inoltre a Bessica di Loria sono state abbattute le protezioni di cantiere della deviazione stradale a seguito lavori Pedemontana, sul San Boldo a Cison di Valmarino franamento di detriti e massi sulla carreggiata, a Farrò di Follina divelte alberature, a Monfumo crollo alberature stradali.
 
Problemi anche per i trevigiani in consiglio regionale a Venezia:
 
 
Mentre il sindaco di Santa Lucia di Piave, Riccardo Szumski, lancia un'iniziativa popolare per aiutare Venezia:
 
 
Video del giorno

Sgarbi e Al Bano cacciati a fischi dal palco dell'Arena di Verona: era la sera dell'omaggio a Franco Battiato

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi