In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

L’addio a Renato Sommariva celebrato al campo sportivo

Domani mattina la cerimonia del tecnico della ditta V.F. Montaggi di S. Vendemiano Era un dirigente della società dell’Usd SanMartinoColle

Francesca Gallo
1 minuto di lettura

COLLE UMBERTO. Domani l’addio a Renato Sommariva, il tecnico di 53 anni stroncato da un malore la scorsa settimana in Umbria. Le esequie saranno celebrate in forma civile alle ore 10 presso il campo sportivo di San Martino di Colle Umberto. Il dirigente dell’Usd SanMartinoColle era conosciuto ovunque, per questo è prevista una massiccia partecipazione ai funerali. «Lo ricorderemo con qualche iniziativa», anticipa Roberto Tomasella, presidente del Calcio SanMartinoColle «molto probabile un quadrangolare a fine anno. Renato era di casa al campo sportivo di San Martino. Memorabili i suoi spiedi del venerdì, insieme alla moglie Monica. «Quando non era impegnato con il lavoro» conclude Tomasella «passava il suo tempo nei locali della società sportiva . Era una persona eccezionale. Sempre pronto a dare il suo contributo, qualsiasi cosa servisse». Cordoglio è stato espresso anche da parte dell’amministrazione comunale per la prematura scomparsa del tecnico 53 enne. Renato Sommariva era il caposquadra della ditta V.F. Montaggi di San Vendemiano. Giovedì scorso si trovava a Pistrino di Citerna in provincia di Perugia per il montaggio di una particolare macchinario da utilizzare per la lavorazione dei prosciutti. Era all’interno del Prosciuttificio Valtiberino quando ha accusato un improvviso malore ed è caduto a terra, senza più riprendere conoscenza. Vano ogni tentativo dei sanitari di salvarlo. Il decesso di Sommariva sarebbe avvenuto per arresto cardiocircolatorio. Il magistrato, dopo i rilievi del caso, aveva disposto il trasferimento del corpo all’ Istituto di medicina legale di Perugia per l’autopsia di rito. La salma di Renato Sommariva è già stata cremata. «Certe trasferte o cantieri non saranno più quelli di prima, ma vogliamo ricordarti come eri e pensare che ancora vivi, con il tuo sorriso, la tua battuta pronta, la tua energia positiva», ha dichiarato l’azienda V.F. Montaggi industriali per cui lavorava.

Il tecnico collumbertese lascia la moglie Monica, i figli Tatiana con Diego e Rudy con Jessica,la nipote Anastasia, la mamma Giovanna, il fratello Gino con Valeria. —

Francesca Gallo

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

I commenti dei lettori