Don Ciotti attacca sui migranti «Smarrito il nostro passato»

Il fondatore del gruppo Abele «Alla base della civiltà  c’è il dovere di accogliere e riconoscere tutti la diversità non è mai avversità»

«Alla base della civiltà c’è il dovere di accogliere e riconoscere tutti. Facciamo in modo che la diversità non diventi mai avversità». Don Luigi Ciotti, il fondatore del gruppo Abele e dell’associazione “Libera” contro i soprusi delle mafie arriva martedì sera a Treviso ospite dell’Istituto canossiano Madonna del Grappa e rompe con tutta la forza etica e civile delle sue parole il silenzio dell’auditorium che per lui ha fatto il pieno.

Invitato dall’associazione trevigiana “Segno di alleanza” per parlare di “Educare ed educarci al futuro” le riflessioni che regala al pubblico scorrendo una girandola di personali appunti si rincorrono a ritmo serrato. Parla con tutto il suo fervore interiore di bene comune, di vicinanza tra Vangelo e Costituzione, di un’Italia che stando a quello che ci racconta il Censis oggi si presenta «disgregata, impaurita e incattivita». Ma anche di scuola, educazione e cultura. Di un’etica pubblica necessaria adesso più che mai per svegliare le coscienze, di responsabilità civile prima ancora che di legalità, di come siamo scivolati pure nella digitalizzazione dell’esistenza.


E di un Italia che sembra aver dimenticato il suo passato di migrazione proprio oggi che i migranti arrivano da noi: «L’emigrazione è stata anche la nostra storia», ha detto don Ciotti, «l’Europa dovrebbe ben sapere di aver colonizzato quei paesi dell’Africa dai quali oggi si scappa per via delle guerre o per la fame». Il passo da quello che sta accadendo nel Mediterraneo in questi giorni a quello che la storia recente d’Italia ci ricorda è breve: « Anche Papa Francesco ha deposto una corona di fiori sulla banchina del porto di Genova per ricordare gli emigrati italiani che da lì partivano». —

Alessandra Vendrame



Video del giorno

Sei tori in fuga lungo i binari a Roncade: due recuperati, quattro abbattuti

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi