Treviso, bimbo di cinque anni investito da un’auto: ricoverato in ospedale

L’incidente è avvenuto poco dopo mezzogiorno in via Polo Il piccolo non è grave. Sotto choc l’autista della macchina

TREVISO. Un bambino di 5 anni, sfuggito momentaneamente all’attenzione dei genitori, è stato investito, nella tarda mattinata di ieri, in una strada del quartiere che sorge nei pressi del cavalcavia ferroviario, dietro alla stazione. Fortunatamente la macchina viaggiava a velocità moderata e l’impatto è stato attutito dalla frenata e dalla prontezza di riflessi dell’autista. Il piccolo è stato urtato a terra ma non ha mai perso conoscenza. Quando i sanitari sono arrivati sul posto perdeva sangue da naso ma le sue condizioni sono sembrate comunque non gravi.

In ogni caso, il bimbo, che abita nella zona dove è avvenuto l’incidente, è stato ricoverato in via precauzionale all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso e sottoposto ad accertamenti.


L’investimento è avvenuto poco prima delle 12.30 di ieri all’incrocio tra via Marco Polo e l’omonimo vicolo, proprio sotto il cavalcavia ferroviario della stazione. È a quell’ora che alla centrale operativa di Treviso Emergenza arriva la telefonata di una persona che chiede l’intervento di un’ambulanza per un bambino appena investito da un’utilitaria, una Fiat Panda, condotta da una giovane trevigiana, E.C. di 25 anni.

Pochi minuti più tardi, sul posto, arriva un’ambulanza del Suem. Il personale sanitario si adopera subito per prestare le prime cure al bambino di 5 anni. Si tratta del figlio di genitori provenienti dall’Est Europa. Fortunatamente l’impatto non è stato violento e il bimbo non ha mai perso conoscenza. Aveva sbattuto con il viso contro l’asfalto e perdeva un po’ di sangue dal naso.



Il piccolo è stato precauzionalmente ricoverato all’ospedale di Treviso nel reparto di pediatria e sottoposto ad accurati esami che avrebbero rassicurato i genitori sullo stato di salute del piccolo. Nel frattempo, in via Marco Polo, vicino alla stazione, è intervenuta una pattuglia della polizia locale che ha provveduto ad effettuare i rilievi dell’incidente stradale e a sentire l’autista, sotto choc, della macchina investitrice. —


 

Video del giorno

Val d'Ega imbiancata: le ferite ricucite di Vaia

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi