Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Oggi il Palio di Vidor L’assalto al Castello delle otto squadre

Per la ventiduesima edizione si punta al pienone di pubblico Il team da battere è quello di Moriago che ha trionfato negli ultimi due anni

VIDOR

Una giornata di sano campanilismo. È quella che vivrà oggi la comunità di Vidor, che da mesi si sta preparando per l’Assalto al Castello. La manifestazione, giunta alla sua ventiduesima edizione, vedrà in lizza otto squadre che si misureranno in una prova massacrante, ad elevato tasso antagonistico: una corsa in salita, trasportando una pesante trave, con la quale idealmente prendere d’assedio il “Castello”, un tempo dimora dei nobili Da Vidor (distrutta dagli Ezzelini nel XIII secolo) ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

VIDOR

Una giornata di sano campanilismo. È quella che vivrà oggi la comunità di Vidor, che da mesi si sta preparando per l’Assalto al Castello. La manifestazione, giunta alla sua ventiduesima edizione, vedrà in lizza otto squadre che si misureranno in una prova massacrante, ad elevato tasso antagonistico: una corsa in salita, trasportando una pesante trave, con la quale idealmente prendere d’assedio il “Castello”, un tempo dimora dei nobili Da Vidor (distrutta dagli Ezzelini nel XIII secolo) e oggi Oratorio dell’Addolorata, in memoria dei caduti della Grande Guerra. Il Palio coinvolge l’intera collettività: chi ha i muscoli gareggia, gli altri si dividono in figuranti e supporters. La rievocazione storica, rigorosamente in costume medievale, si trasforma in spettacolo e in una festa per i bambini, culminando nella colorata sfilata che precede la tenzone. Lungo il percorso di gara, come ogni anno, sarà un assieparsi di tifoserie, che avranno il compito di sostenere e incitare i giovani “assaltatori”, i quali indosseranno le casacche delle contrade del Comune di Vidor (Centro, Colbertaldo, Bosco, Alnè di Sotto, Alnè di Sopra) e quelle dei vicini paesi di Moriago e Sernaglia, cui va aggiunta la compagine del gemellato Petritoli. Fuori gara, i giovanissimi "Megapippe". Il programma prevede alle 14.30 l’apertura ufficiale del Palio, con la sfilata che si muoverà dall’antica Abbazia di Santa Bona. Alle ore 16 partirà la prima squadra, armata di scala, che percorrerà il tragitto in piano, fino alla base del colle, dove in staffetta scatterà il gruppo che avrà il compito di affrontare la parte più dura, il vero e proprio “Assalto”. Peso e dimensione della trave, renderanno l’irta salita quasi interminabile. La squadra da battere è quella del Moriago che durante la scorsa edizione ha raggiunto la cima in 2 minuti e 37 secondi. —

A.R.