Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ci sono pochi bimbi, chiude una scuola elementare a Valdobbiadene

Mercoledì prossimo nessuna campanella suonerà a San Vito. I cancelli della scuola primaria “Nicolò Boccasino” resteranno chiusi, e per sempre. La causa è da ricercarsi nella carenza di iscritti

VALDOBBIADENE. La notizia era nell’aria da mesi; ora è confermata e definitiva. Mercoledì prossimo nessuna campanella suonerà a San Vito. I cancelli della scuola primaria “Nicolò Boccasino” resteranno chiusi, e per sempre. La causa è da ricercarsi nella carenza di iscritti. Un problema che si rincorre da alcuni anni e che ora ha portato alla drastica decisione.

L’amministrazione comunale aveva già anticipato e discusso della questione con i genitori dei bambini. «Purtroppo – dichiara il sinda ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

VALDOBBIADENE. La notizia era nell’aria da mesi; ora è confermata e definitiva. Mercoledì prossimo nessuna campanella suonerà a San Vito. I cancelli della scuola primaria “Nicolò Boccasino” resteranno chiusi, e per sempre. La causa è da ricercarsi nella carenza di iscritti. Un problema che si rincorre da alcuni anni e che ora ha portato alla drastica decisione.

L’amministrazione comunale aveva già anticipato e discusso della questione con i genitori dei bambini. «Purtroppo – dichiara il sindaco Luciano Fregonese – non ci sono stati margini di manovra. Stanti i numeri, non è stato possibile formare la classe dei remigini». Gli alunni residenti nella frazione di San Vito dovranno necessariamente spostarsi a Valdobbiadene, dove frequenteranno la scuola elementare presso l’istituto “Efrem Reatto”.

Dallo scorso gennaio le medie ospitano le cinque classi della primaria di San Pietro di Barbozza (dove sono in corso lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza), e dal 12 settembre faranno posto pure ai ragazzini di terza di San Vito, ai quali sarà garantito il trasporto, tramite il servizio comunale.

Nelle aule della “Boccasino” resterà attivo il doposcuola, organizzato dalla Fondazione ‘Asilo San Vito’ e la mensa. L’edificio sarà destinato alle associazioni locali. Sul fronte scuole dell’obbligo, durante l’estate è stato completato il cantiere dell’istituto primario del capoluogo, la Venanzio Fortunato