Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Sul furgone bianco l’imprenditore Cunial

SALGAREDASalgareda è scossa per l’incidente accaduto ieri mattina in A4. Tra le persone coinvolte c’è Valerio Cunial, rimasto gravemente ferito e attualmente ricoverato all’ospedale di Mestre con un...

SALGAREDA

Salgareda è scossa per l’incidente accaduto ieri mattina in A4. Tra le persone coinvolte c’è Valerio Cunial, rimasto gravemente ferito e attualmente ricoverato all’ospedale di Mestre con un politraumatismo. Si trovava a bordo del furgone che si è capovolto dopo lo schianto con la Panda dell’Esercito. Classe 1945, Cunial è molto conosciuto nel Comune di Salgareda, dove vive nella piccola frazione di Campobernardo. Negli anni Cinquanta, con il padre Emilio e i fratelli Vittorio e Mari ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

SALGAREDA

Salgareda è scossa per l’incidente accaduto ieri mattina in A4. Tra le persone coinvolte c’è Valerio Cunial, rimasto gravemente ferito e attualmente ricoverato all’ospedale di Mestre con un politraumatismo. Si trovava a bordo del furgone che si è capovolto dopo lo schianto con la Panda dell’Esercito. Classe 1945, Cunial è molto conosciuto nel Comune di Salgareda, dove vive nella piccola frazione di Campobernardo. Negli anni Cinquanta, con il padre Emilio e i fratelli Vittorio e Mario, ha fondato l’azienda agricola che porta il suo nome. Negli stessi anni l’azienda ha iniziato a farsi conoscere e apprezzare: i loro vini sono venduti in mezza provincia di Treviso e Venezia. Con l'aumento dei clienti e della richiesta di vino, la famiglia Cunial costruisce un piccolo impero e negli anni ‘80 e ‘90 iniziano le prime vendite verso Brescia, Bergamo, Milano e Torino. Nel 2010 è stata inaugurata la nuova Cantina Ca' Bonetto. Oggi la produzione dei vini e la vendita ai clienti sono seguiti dal nipote Davide Cunial. Grande la preoccupazione dell'intera comunità rappresentata dal primo cittadino, Andrea Favaretto, una volta saputa la notizia. “Non conosco la dinamica- spiega il sindaco Andrea Favaretto - ma la famiglia Cunial è molto conosciuta e apprezzata. Sono persone corrette e dedite al lavoro. Valerio è un volto noto, sempre presente nelle occasioni di ritrovo, condivisione e socializzazione. Una persona che salta agli occhi, anche per la sua altezza. Mi auguro guarisca presto». —

Gloria Girardini