Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Sterco davanti alla chiesa di Cusignana, blitz animalista contro la sagra

I militanti di Centopercentoanimalisti hanno sparso davanti al sagrato della chiesa di Cusignana, sterco di Cavallo e volantini di protesta

GIAVERA. Blitz dei Centopercentoanimalisti a Cusignana: i militanti dell'associazione animalista la notte scorsa hanno rovesciato sterco di cavallo sul sagrato della chiesa della frazione di Giavera.
 
Ecco il comunicato di centopercentoanimalisti: "Da anni a Cusignana, frazione di Giavera del Montello (Treviso) si tiene una sagra per la festa della madonna assunta. Solita sagra paesana, con in più una specie di lotteria: viene messa in palio una Cavalla, e chi indovina il suo peso, la vince.
  ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

GIAVERA. Blitz dei Centopercentoanimalisti a Cusignana: i militanti dell'associazione animalista la notte scorsa hanno rovesciato sterco di cavallo sul sagrato della chiesa della frazione di Giavera.
 
Ecco il comunicato di centopercentoanimalisti: "Da anni a Cusignana, frazione di Giavera del Montello (Treviso) si tiene una sagra per la festa della madonna assunta. Solita sagra paesana, con in più una specie di lotteria: viene messa in palio una Cavalla, e chi indovina il suo peso, la vince.
 
I militanti di Centopercentoanimalisti già nel 2010 hanno denunciato con un blitz questa vergogna: gli Animali non sono oggetti, non sono merce da vendere o regalare, quantomeno da mettere come premio. Anche perché tutto questo comportava che la Cavalla restasse per giorni in uno spazio ristretto al caldo e tra le grida e i rumori della gente.
 
Noi diciamo chiaramente basta animali in palio! Nella notte tra il 30 e 31 agosto, i militanti di Centopercentoanimalisti hanno sparso davanti al sagrato della chiesa di Cusignana, sterco di Cavallo e volantini di protesta. Il parroco prenda atto e faccia una dichiarazione ufficiale che non metterà più Animali in premio per il prossimo anno, in caso contrario quella di ieri notte sarà la prima azione legittima  di una lunga serie".