Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Dà fuoco alle cartacce e provoca il crollo di un vecchio casolare

SAN PIETRO DI FELETTODà fuoco alle cartacce e rischia di provocare un vasto incendio accanto alla cantina. L’intervento dei vigili del fuoco ha evitato il peggio ieri pomeriggio in borgo Colle,...

SAN PIETRO DI FELETTO

Dà fuoco alle cartacce e rischia di provocare un vasto incendio accanto alla cantina. L’intervento dei vigili del fuoco ha evitato il peggio ieri pomeriggio in borgo Colle, impedendo che le fiamme si propagassero verso lo stabilimento dell’azienda agricola Bepin De Eto e conseguenze più gravi. Una novantaquattrenne, che abita vicino alla cantina e ai vigneti, ha bruciato delle carte nel giardino della sua abitazione verso le 14. Le fiamme hanno raggiunto un canneto di ba ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

SAN PIETRO DI FELETTO

Dà fuoco alle cartacce e rischia di provocare un vasto incendio accanto alla cantina. L’intervento dei vigili del fuoco ha evitato il peggio ieri pomeriggio in borgo Colle, impedendo che le fiamme si propagassero verso lo stabilimento dell’azienda agricola Bepin De Eto e conseguenze più gravi. Una novantaquattrenne, che abita vicino alla cantina e ai vigneti, ha bruciato delle carte nel giardino della sua abitazione verso le 14. Le fiamme hanno raggiunto un canneto di bambù e quindi hanno avvolto un vecchio ricovero attrezzi. Il personale dell’azienda è intervenuto in soccorso della pensionata, che per fortuna non è rimasta ferita, ed è stato allertato il 115. Una squadra dei vigili del fuoco in breve tempo è salita in via Colle, sopra Santa Maria, per bloccare il rogo. I pompieri hanno lavorato per circa un’ora per la messa in sicurezza l’area. Una parte del vecchio casolare, già diroccato, è definitivamente crollato. Con l’utilizzo di una ruspa è poi stato smassato il materiale residuo. Sul posto è stato richiesto anche l’intervento dell’ambulanza per soccorrere la ultranovantenne, comunque indenne. La proprietà della cantina Bepin De Eto è stata solo lambita dalle fiamme e non ha riportato danni. Le attività, in un periodo cruciale all’inizio della vendemmia, è proseguita qusenza intoppi. La fuliggine trasportata dal vento nel campo vicino non ha alimentato altri principi d’incendio e perciò anche i vigneti sono stati salvati. L’azienda Bepin De Eto è una delle più note della zona, con la sua conduzione a carattere familiare, che deve il suo appellativo al soprannome del suo fondatore, Giuseppe Del Nicoletto, che per tutti in paese era appunto “Bepin De Eto”. —

DI.B.