Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

L’Unpli veneto rilancia la “Via di San Martino”

MIANEL'Unpli del Veneto, assieme ad altri Comuni italiani e dell'est Europa, si sta facendo promotore di un progetto europeo, il NewPilgrimAge, che si propone di valorizzare una delle principali...

MIANE

L'Unpli del Veneto, assieme ad altri Comuni italiani e dell'est Europa, si sta facendo promotore di un progetto europeo, il NewPilgrimAge, che si propone di valorizzare una delle principali strade culturali individuate in Europa, ovvero la cosiddetta “Via di San Martino”. San Martino è un santo simbolo di condivisione e di solidarietà, ma anche di cammino, pellegrinaggio e ospitalità. Ecco perché il progetto NewPilgrimAge vuole partire proprio dai luoghi dove San Martino ha lasciato il ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

MIANE

L'Unpli del Veneto, assieme ad altri Comuni italiani e dell'est Europa, si sta facendo promotore di un progetto europeo, il NewPilgrimAge, che si propone di valorizzare una delle principali strade culturali individuate in Europa, ovvero la cosiddetta “Via di San Martino”. San Martino è un santo simbolo di condivisione e di solidarietà, ma anche di cammino, pellegrinaggio e ospitalità. Ecco perché il progetto NewPilgrimAge vuole partire proprio dai luoghi dove San Martino ha lasciato il segno e realizzare una serie di proposte che possano valorizzare questa memoria per tradursi in eventi e iniziative di promozione culturale, enogastronomica, turistica. «In Veneto, San Martino è una figura molto legata al mondo rurale e proprio per questo è stato l’Unpli, che raccoglie tutte le pro loco dei territori veneti, a decidere di partecipare al progetto» commenta il presidente di Unpli Veneto, che ha sede a Miane, Giovanni Follador. —

R.M.