In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Oderzo, sparò a un albanese: individuato e arrestato

Venne colpito da un proiettile alla schiena mentre tornava dal lavoro. I carabinieri hanno individuato l'aggressore

1 minuto di lettura
L'arma utilizzata nell'agguato 
ODERZO. Arrestato l'uomo che sparò a un albanese 40enne di Oderzo: l'uomo venne colpito da un proiettile alla schiena mentre tornava dal lavoro. Si salvò miracolosamente.
 
Stamattina i carabinieri di Treviso hanno spiegato, in una conferenza stampa, le ragioni dell'aggressione di dieci giorni fa. Si tratta di un'aggressione per motivi di gelosia: pare che il ferito, il quarantenne Durim Qefa, in passato avesse avuto una relazione con la moglie dell'arrestato, il cittadino albanese A.A., classe 1979. Al momento del controllo, stava cercando di fuggire all'estero. 
 
 
E' stata una scena da far west alle 3 della notte in stazione a Oderzo. La vittima dell'agguato, un uomo di origini albanesi, dipendente di una società di sicurezza che opera al casinò di Venezia, era stata trasportata in ospedale a Treviso. Si è ipotizzato un motivo passionale. Oggi i carabinieri hanno fatto chiarezza. 
 
I commenti dei lettori