Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Rimaniamo perché rende» «È strategica per il futuro»

chi restaÈ Conegliano a detenere in Asco Holding le quote più consistenti, circa il 2, 7. «Uscire non sarebbe stato assolutamente saggio», afferma il sindaco Fabio Chies, Forza Italia. Negli ultimi...

chi resta

È Conegliano a detenere in Asco Holding le quote più consistenti, circa il 2, 7. «Uscire non sarebbe stato assolutamente saggio», afferma il sindaco Fabio Chies, Forza Italia. Negli ultimi anni il Comune si è portato a casa dividendi consistenti, più di 500 mila euro alla volta. «Per quale motivo», si chiede, «dovremmo rinunciare alla presenza in una società strategica, che come ci ha garantito il passato, così farà nel futuro?».

Ma sulla governance l’amministrazione Chies non ha nul ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

chi resta

È Conegliano a detenere in Asco Holding le quote più consistenti, circa il 2, 7. «Uscire non sarebbe stato assolutamente saggio», afferma il sindaco Fabio Chies, Forza Italia. Negli ultimi anni il Comune si è portato a casa dividendi consistenti, più di 500 mila euro alla volta. «Per quale motivo», si chiede, «dovremmo rinunciare alla presenza in una società strategica, che come ci ha garantito il passato, così farà nel futuro?».

Ma sulla governance l’amministrazione Chies non ha nulla da ridire? «Sinceramente ai coneglianesi interessa di più il risultato economico» risponde il sindaco, che fa spallucce con chi gli dice che ha solo fatto il gioco della Lega, altrimenti sarebbero saltati gli equilibri di piazza Cima.

Un altro che fa spallucce è Giacomo De Luca, vicesindaco di Fregona, Pd. «Lo so che alcuni dei miei hanno deciso di ritirarsi e altri hanno fatto i Ponzio Pilato, restando di qua e di là. Fregona ha solo 130 mila euro di quote, ma ha deciso di non uscire da Asco Holding perché è l’unica azienda di servizi che in futuro potrà garantire assistenza anche ai piccoli comuni, magari portando il gas che altri si rifiuterebbero. Chi altro potrebbe tutelarci?». Il Comune di Valdobbiadene è tra i soci fondatori e detiene il 2,2% delle azioni. «Non vedo il senso della fuga intrapresa da alcuni», afferma il sindaco Luciano Fregonese, centrodestra». «Noi abbiamo votato convintamente per la modifica dello statuto e adesso aspettiamo le necessarie indicazioni per come attivarsi a riguardo della riforma Madia». Per Fregonese la realtà societaria è tanto solida quanto strategica, per cui «è saggio rimanere» .

Ieri mattina il governatore della Regione, Luca Zaia, era in sopralluogo alla ferrovia di Vittorio Veneto, città in cui il Consiglio comunale ha deciso di trattenere una parte delle azioni nella Holding e di portarne altre in AscoPiave. «Noi usciamo dalla capogruppo», ha assicurato il sindaco Roberto Tonon. A Zaia è stato chiesto che cosa pensa di questo dibattito: «È saggio astenersi da questo dibattito, tenendo presente che siamo in presenza di una quotata». —

Francesco Dal Mas

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI