Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il cantiere senza fine Sul Menarè i lavori slittano a settembre

Piave Servizi e Asco Piave sono in ritardo nei sottoservizi L’impresa di costruzione incaricata si ferma, le polemiche no

CONEGLIANO

I lavori dei sottoservizi sono in ritardo, l'impresa che doveva realizzare la ciclabile ha dirottato gli operai su altri cantieri e in agosto non si lavora. La ciclabile sul Menarè, che doveva già essere completata un anno fa, continua così il suo calvario. Il cantiere lungo la statale Alemagna, avviato nell'autunno 2016, ripartirà forse a settembre. «Anas non vuole cantieri in agosto» ha riferito in consiglio comunale l'assessore ai lavori pubblici, Claudio Toppan. Il Movimento 5 ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CONEGLIANO

I lavori dei sottoservizi sono in ritardo, l'impresa che doveva realizzare la ciclabile ha dirottato gli operai su altri cantieri e in agosto non si lavora. La ciclabile sul Menarè, che doveva già essere completata un anno fa, continua così il suo calvario. Il cantiere lungo la statale Alemagna, avviato nell'autunno 2016, ripartirà forse a settembre. «Anas non vuole cantieri in agosto» ha riferito in consiglio comunale l'assessore ai lavori pubblici, Claudio Toppan. Il Movimento 5 Stelle ha chiesto delucidazioni su un'opera che sembra non avere termine. Si tratta di un chilometro e mezzo che collega la zona tra Conegliano e Colle Umberto, dall'incrocio con strada Perinot sino al semaforo. La ciclabile era stata finanziata per la maggior parte con un contributo della Regione Veneto e quota parte dai due Comuni. Il costo preventivato era di 680 mila euro. I ritardi non dovrebbero comportare esborsi, ma i cicloamatori e anche chi vorrebbe raggiungere il posto di lavoro nell'area industriale con la bicicletta, dovrà attendere. «Il ritardo è dovuto ai sottoservizi realizzati da Piave Servizi e Asco Piave, - ha spiegato l'assessore - comportando la riconsegna all'impresa appaltatrice con oltre un mese e mezzo in ritardo. L'impresa appaltatrice nel frattempo aveva vinto altre gare per asfaltature, che doveva realizzare entro l'estate. Ad agosto inoltre Anas non permette di lavorare, si riprenderà sicuramente a settembre». L'opera rientrava nell'accordo di programma tra Regione, Provincia, Anas ed i Comuni di Conegliano, Vittorio Veneto e Colle Umberto, all'interno dell'edificazione del centro commerciale di Colle. L'iper fu inaugurato nel 2014, nel frattempo è cambiata la gestione dell'area commerciale, mentre la messa in sicurezza dell'Alemagna rimane un cantiere a singhiozzo. Per il futuro si apre invece uno spiraglio, per i 750 metri che mancano tra la ciclabile in zona Gai a San Vendemiano e quella in corso di costruzione sul Menarè. «C'è il progetto definito, parteciperemo al bando per credito sportivo che è stato prorogato a dicembre - ha confermato l'assessore alla mobilità, Claudia Brugioni -. Nel momento in cui avremo il finanziamento provvederemo a completare la ciclabile fino alla zona Gai». Nello stesso bando il Comune ha chiesto un contributo per realizzare una pista ciclabile sulla statale Pontebbana in viale Italia. —