Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Sei Comuni si alleano nasce il super distretto della polizia locale

Trentaquattro agenti sulle strade e nuovi turni serali Sede a Castelfranco, comandante dell’Unione di Marca 

CASTELFRANCO

Sarà il più grande distretto di polizia locale della Marca, più grande anche del capoluogo, e vigilerà su un territorio di 213 chilometri quadrati e su 87 mila cittadini. I Comuni di Castelfranco, Altivole e quelli dell’Unione Marca Occidentale (Vedelago, Riese, Loria e Resana) uniranno le forze per avere maggior operatività in termini di sicurezza. Ieri è stato firmato un protocollo di intesa per la fattibilità del progetto, ma pare ormai indubbio che sarà questa la strada c ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CASTELFRANCO

Sarà il più grande distretto di polizia locale della Marca, più grande anche del capoluogo, e vigilerà su un territorio di 213 chilometri quadrati e su 87 mila cittadini. I Comuni di Castelfranco, Altivole e quelli dell’Unione Marca Occidentale (Vedelago, Riese, Loria e Resana) uniranno le forze per avere maggior operatività in termini di sicurezza. Ieri è stato firmato un protocollo di intesa per la fattibilità del progetto, ma pare ormai indubbio che sarà questa la strada che verrà intrapresa, come già ipotizzato a suo tempo.

Se non altro perché sono stati già scelti la sede del comando (quella della polizia locale di Castelfranco, in via Avenale), comandante e vicecomandante, ovvero Maurizio Zorzi e Pina Moffa, rispettivamente ora alla guida degli agenti dell’Unione della Marca Occidentale e di Castelfranco.

«Presumibilmente l’operatività inizierà ad ottobre», spiega il sindaco di Castelfranco, Stefano Marcon, «ci sono anche dei passaggi da fare nei consigli comunali. Per me e per i colleghi, è una grande soddisfazione poter gestire in forma associata questo servizio per fare sinergia anche sull’aumento delle risorse umane». Infatti se Treviso può contare su 90 agenti (ed è uno dei pochi comuni che rispetta il rapporto un vigile ogni mille abitanti), i sei Comuni ne metteranno in campo poco più di un terzo, 34: i 18 dell’Unione, i 13 di Castelfranco e i tre di Altivole, oltre a dodici auto, due unità mobili attrezzate e quattro motociclette. Ma l’importante è cominciare.

«Chi, come me, ha visto il Comune passare da un servizio associato a un servizio solo comunale», ha detto il sindaco di Altivole, Sergio Baldin, «ben sa i vantaggi del primo sul secondo». «L’obiettivo è ottimizzare le risorse umane, logistiche, economiche e offrire più specializzazione», spiega il sindaco di Riese, Matteo Guidolin in veste di presidente dell’Unione della Marca Occidentale, «apriamo a una progettualità d’area anche in vista di un terzo turno di vigilanza, nelle ore serali. È una progettualità che ha la porta aperta anche ad altri enti, in particolare al Comune di Castello di Godego». —