Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Testata al volto della fidanzata, pittore arrestato

Artista geloso in manette per lesioni gravi nei confronti di una donna più giovane di 15 anni. Il movente: la gelosia

ALTIVOLE. Avevano trascorso la serata di venerdì in un locale della Marca assieme ad alcuni conoscenti. Ma lui un pittore di 41 anni, residente a Fregona, non aveva apprezzato determinati atteggiamenti della fidanzata ed in modo brusco l’aveva richiamata anche davanti ad altre persone. Un comportamento che la fidanzata, una straniera di 15 anni più giovane di lui, non aveva gradito e, nella notte, al rientro nella sua abitazione di Caselle d’Altivole gliel’aveva detto in faccia. «Se ti compo ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

ALTIVOLE. Avevano trascorso la serata di venerdì in un locale della Marca assieme ad alcuni conoscenti. Ma lui un pittore di 41 anni, residente a Fregona, non aveva apprezzato determinati atteggiamenti della fidanzata ed in modo brusco l’aveva richiamata anche davanti ad altre persone. Un comportamento che la fidanzata, una straniera di 15 anni più giovane di lui, non aveva gradito e, nella notte, al rientro nella sua abitazione di Caselle d’Altivole gliel’aveva detto in faccia. «Se ti comporti ancora così, te ne vai da casa mia», gli aveva detto. E lui le aveva replicato che l’avrebbe fatto, fingendo di prendere le sue cose e di andarsene. In realtà, il pittore ad un certo punto s’è avvicinato alla giovane donna, che lavora nella zona del Montebellunese, e le ha rifilato una testata in pieno volto. La violenza della testata le ha praticamente rotto il setto nasale. L’uomo poi l’avrebbe riempita di botte. Le urla di disperazione della donna ha indotto i vicini a richiedere l’intervento delle forze dell’ordine. Quando sono arrivati sul poto, i carabinieri del Radiomobile di Castelfranco hanno trovato la donna con il viso completamente ricoperto di sangue ed hanno fatto intervenire un’ambulanza del 118, che ha provveduto a trasportarla al pronto soccorso dell’ospedale di Castelfranco.

Nel frattempo i carabinieri della compagnia di Castelfranco, su disposizione del pubblico ministero di turno, Mara Giovanna De Donà, hanno arrestato il pittore di Fregona per lesioni aggravate anche perché il certificato medico rilasciato alla donna dal pronto soccorso testifica una prognosi superiore ai 40 giorni.

Il pittore (difeso dall’avvocato Letizia Parpinel) è stato processato ieri mattina per direttissima. S’è trattato di una mera udienza interlocutoria al termine della quale il giudice Marco Biagetti ha convalidato l’arresto ma ha concesso al difensore dell’indagato il “termine a difesa” per permettergli di conoscere la vicenda nei dettagli. Il pittore è stato poi rimesso in libertà con la misura cautelare dell’obbligo di dimora a Fregona ed il divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla fidanzata.

Il motivo della discussione e della successiva aggressione pare siano da addebitare a questioni di gelosia.