In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Rapine nelle case e furti alle slot nei bar La banda a processo

Sei nomadi, quasi tutti giovani, specializzati nei colpi notturni Sono finiti davanti al giudice delle udienze preliminari

Marco Filippi
1 minuto di lettura



Una banda di nomadi specializzata nei furti in locali, abitazioni private ed auto. È quanto è emerso nel corso di un’udienza, apertasi ieri, davanti al giudice delle udienze preliminari Gianluigi Zulian. Alla sbarra sei imputati accusati di furti aggravati, rapina e lesioni. Un commando pronto a tutto, stando al capo d’accusa, anche ad affrontare fisicamente i proprietari degli stabili finiti nel loro mirino, in caso venissero scoperti.



I sei imputati finiti alla sbarra davanti al gup Zulian sono Kevin Bosco, 22 anni di Gorgo al Monticano (difeso dall’avvocato Katia Falcomer), Teddy Battistutti, 29 anni di Trevignano (avvocato Andrea Frank), Shon Battistutti, 28 anni di Treviso, Sonny Gabrieli, 23 anni di Rosà, Franco Battistutti, 50 anni di Trevignano e Ronny Major, 28 anni di Oderzo.



Al commando di nomadi è contestata una serie di reati compiuti in tutta la Marca ed anche fuori provincia. A Kevin Bosco e a Shon Battistutti viene contestato il reato più grave: quello di rapina. Il fatto risale al 19 novembre scorso quando, secondo l’accusa, i due nomadi sarebbero entrati nell’abitazione di Francesco Squizzato in via dei Carpani a Castelfranco per effettuare un furto. Era una domenica mattina ed i due ladri pensavano che i proprietari fossero fuori casa,. Invece, dopo aver rubato 2500 euro in contanti, mentre si apprestavano a fuggire, si ritrovarono a tu per tu con il proprietario che fu ferito al braccio con un cacciavite. Da qui l’accusa di rapina.



Ma il sodalizio d’origine nomade è anche accusato di una serie di furti a vario titolo. Kevin Bosco avrebbe messo a segno un furto di 1800 euro dalle slot del ristorante “Filippi” a Belfiore di Pramaggiore (Venezia) la sera del 26 novembre 2016. Sempre Bosco, in compagnia di Teddy e Sonny Battistutti, la notte del 2 dicembre 2016, avrebbero rubato 2800 euro di monetine dalle slot della pizzeria “Al Caratel” di Zoppola di Pordenone. Kevon Bosco, assieme a Teddy Battistutti, Sonny Gabrieli e Ronny Major, la notte del 19 dicembre 2016, secondo le indagini, entrarono nel bar “Alle Fratte” di Azzano Decimo portando via 3.600 euro tra contanti da slot e fondo cassa e Gratta & Vinci.



Due le auto rubate dal commando e usate per le scorribande notturne nei locali della Marca: la prima, una Mercedes C220, il 7 dicembre 2016 presso la Tecnofluid di Conegliano, e la seconda, una Toyota Celica, il 14 dicembre a Santa Cristina di Treviso. La loro sorte processuale si conoscerà il 13 settembre. Si profilano un processo in rito abbreviato per Bosco, Teddy Battistutti, Sonny Gabrieli, un patteggiamento per Franco Battistutti, ed un’udienza preliminare per Ronny Major e Shon Battitutti. —



I commenti dei lettori