Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

La Lega a caccia delle poltrone punta a Contarina Fondazione e Israa

La riconquista di Treviso ha un valore nazionale assoluto Da Re vuole fare l’enplein in consorzi e colossi della Marca

I big della Lega in parata, l’altra sera ai Trecento per l’esordio del consiglio comunale dell’amministrazione Conte, sono forse la miglior fotografia del ritrovato strapotere del Carroccio nella Marca. E non c’ è dubbio che domani a Pontida la Lega trevigiana - per quanto commissariata a livello provinciale e comunale in attesa dei congressi – andrà all’incasso, ben oltre la possibile passerella di Mario Conte sul palco. La reconquista di Treviso ha un valore nazionale assoluto, ma soprattu ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

I big della Lega in parata, l’altra sera ai Trecento per l’esordio del consiglio comunale dell’amministrazione Conte, sono forse la miglior fotografia del ritrovato strapotere del Carroccio nella Marca. E non c’ è dubbio che domani a Pontida la Lega trevigiana - per quanto commissariata a livello provinciale e comunale in attesa dei congressi – andrà all’incasso, ben oltre la possibile passerella di Mario Conte sul palco. La reconquista di Treviso ha un valore nazionale assoluto, ma soprattutto riporta lo scenario politico agli anni della Lega padrona assoluta. E non a caso, da Padova al K3, il Carroccio sta pensando a prendersi il banco: il grande Slam negli enti di secondo livello e nelle partecipate, ma anche a Fondazione Cassamarca, dove Gobbo è già vice del cda e ha messo solide radici da quando è stato nominato da Dino De Poli, un anno e mezzo fa, con uno schiaffo a Manildo.

La manovra

Dicono i bene informati che Toni Da Re abbia già preso in mano la partita. E visto che siamo in tempi di mondiale, vuole innanzitutto un tridente d’attacco, per quella che già stata chiamata l’offensiva d’autunno.

I rifiuti

Una delle punte è Contarina, dove oggi il presidente è Franco Zanata (Pd), ex sindaco di Preganziol, che scade a dicembre in un cda dove pure Lega e Forza Italia hanno la maggioranza (con la neodeputata Ingrid Bisa e il veterano Bruno Bacchion del Carroccio, poi l’ingegner Lisa Labbrozzi, in quota azzurra). La Lega vuole il timone del colosso dei rifiuti, e potrebbe candidare uno dei sindaci del comprensorio al secondo mandato (Dal Zilio? Presti? Ma quest’ultimo aveva ambizioni su Asco, da dove però Arcade sta “uscendo”).

Seconda punta è Fondazione Cassamarca, dove il trionfo di Conte spiana la strada della presidenza a Gian Paolo Gobbo, già benedetto da Dino De Poli, ma che deve convincere gli altri consiglieri di indirizzo (la Lega, in teoria, può avere 4-5 consiglieri su 9). Terza è l’Israa, presieduta negli ultimi anni da uomini del Pdl (prima Fausto Favaro, ora Luigi Caldato). C’è un candidato davanti a tutti, ed è Mauro Michielon, oggi commissario cittadino, padre del programma di Mario Conte. E lo conferma il fatto che persino Valter Frandoli, leghista vicepresidente da 15 anni, deve indirizzare altrove le sue ambizioni. Una cosa avvantaggia la Lega: mai come adesso ci sono tante poltrone e pochi alleati da accontentare e premiare (certo, Forza Italia non starà a guardare; Fratelli d’Italia ha già bussato; senza dimenticare Beppe Mauro ed Enrico Renosto). E come testimoniano i bandi subito varati dal neosindaco, che scadono domani, le nomine caratterizzeranno l’autunno.

CASE POPOLARI

A dire il vero, la prima, imminente, è quella del nuovo cda di Ater Treviso, attesa dal consiglio regionale. E già lì si capiranno i rapporti di forza tra Lega e “pdz” (il partito di Zaia). Fra i papabili c’è Pierantonio Fanton, già vice dell’Ater prima del commissariamento di Luca Barattin, ingegnere, graditissimo al Carroccio e ai “coiniani”. La lista di quelli da premiare è lunga: nelle prime posizioni Mirco Visentin, Toni Dotto e lo stesso Frandoli..

ANDREA PASSERINI

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI