Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Dramma a Semonzo, precipita in volo e muore a 25 anni

Flavio Violetto (foto dal suo profilo Facebook)

Parapendio si schianta sul Grappa. L'incidente poco prima delle 18 di martedì, muore un venticinquenne di Cittadella 

SEMONZO DEL GRAPPA. E' Flavio Violetto, 25enne di Cittadella, la vittima del tragico incidente in parapendio di martedì sera a Borso del Grappa. Pare che il giovane, appassionato di volo, stesse effettuando una virata, quando la vela si è improvvisamente insaccata senza consentirgli di governarla ancora. Si è schiantato al suolo e all'arrivo dei soccorsi per lui non c'era più nulla da fare. 

Flavio Violetto (foto dal suo profilo Facebook ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

SEMONZO DEL GRAPPA. E' Flavio Violetto, 25enne di Cittadella, la vittima del tragico incidente in parapendio di martedì sera a Borso del Grappa. Pare che il giovane, appassionato di volo, stesse effettuando una virata, quando la vela si è improvvisamente insaccata senza consentirgli di governarla ancora. Si è schiantato al suolo e all'arrivo dei soccorsi per lui non c'era più nulla da fare. 

Flavio Violetto (foto dal suo profilo Facebook)

Flavio studiava fisioterapia a Verona e faceva parte dell’OnSight Climbing Team di Bassano. A Cittadella lo conoscono in tanti, si era diplomato al Meucci. famiglia del giovane è impegnata da oltre vent’anni nel volontariato sociale promosso dall’associazione Giovanni XXIII di Cittadella; giusto una settimana fa il presidente del Rotary locale, Ugo Silvello, ha assegnato il Paul Harris Fellow, la massima onorificenza rotariana, ai genitori di Flavio - Marina Birollo e Giancarlo - per la «meritoria attività nell’assistenza all’infanzia e gioventù disagiate». 

I soccorsi del 118

Secondo i rilievi, è precipitato da un'altezza di circa 400 metri. La vela secondaria, utilizzata come dispositivo di emergenza, dopo essersi aperta si è attorcigliata all'altra. E non gli ha lasciato scampo.