Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Pro loco, festa per quattrocento

Commozione alla consegna della targa in ricordo di Michele Pagos

SAN PIETRO DI FELETTO. L’annuale festa delle Pro loco del Quartier del Piave e della Vallata si è fermata quest’anno a Rua di Feletto. Organizzata dal Consorzio e dall’Unpli, ha riunito circa quattrocento persone, tra soci, volontari, sindaci e amministratori locali. Come sempre è stata l’occasione per celebrare il lavoro generoso e prezioso di ventuno Pro loco, che rappresentano una vera e propria “industria di eventi”. Sono loro che, tramite le sagre paesane, le mostre dei vini, le manifes ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

SAN PIETRO DI FELETTO. L’annuale festa delle Pro loco del Quartier del Piave e della Vallata si è fermata quest’anno a Rua di Feletto. Organizzata dal Consorzio e dall’Unpli, ha riunito circa quattrocento persone, tra soci, volontari, sindaci e amministratori locali. Come sempre è stata l’occasione per celebrare il lavoro generoso e prezioso di ventuno Pro loco, che rappresentano una vera e propria “industria di eventi”. Sono loro che, tramite le sagre paesane, le mostre dei vini, le manifestazioni sportive e le passeggiate naturalistiche, sono riuscite a tenere vive le tradizioni locali, promuovendo e valorizzando l’enogastronomia, i prodotti tipici, la storia, l’arte e le bellezze paesaggistiche. Per converso sulle Pro loco ricade il peso della burocrazia e di norme spesso farraginose; temi sui quali l’Unpli si sta impegnando. La serata dello scorso 15 giugno, è stata dominata dalla festa. «È bello ritrovarsi almeno una volta all’anno tutti insieme», ha detto Roberto Franceschet, presidente del Consorzio, «occasioni come questa, servono per rinsaldare i legami di amicizia e per scambiare idee ed esperienze». La Pro loco di San Pietro di Feletto, presieduta da Lucina Pradal, ha offerto una cena a base di prodotti locali, con l’immancabile spiedo. Nel corso dell’incontro conviviale sono stati consegnati, come vuole la tradizione, premi e riconoscimenti, a cominciare dal conferimento del titolo “Pro loco dell’anno”, che tiene conto per lo più dell’impegno all’interno del Consorzio, e che è andato a Tarzo; al secondo posto, la Pro loco di Valmareno, che ha pure vinto il “Concorso torta alta” e al terzo, quella di Moriago della Battaglia. Pubblici ringraziamenti, con tanto di targa ricordo, ai presidenti uscenti di Cison di Valmarino, Bruno Possamai, di Follina, Enrico Tormena e di Vidor, Marco Bortolamiol. Commovente il ricordo di Michele Pagos, scomparso recentemente e prezioso collaboratore della Pro loco di Combai, del Consorzio e dell’Unpli: il presidente Franceschet ha consegnato alla famiglia una targa che attesta la stima e l’affetto dell’intero mondo associazionistico.

Adriana Rasera