Rischia di annegare per salvare i cani finiti nel Brentella a Nervesa

Nervesa, entra nella Brentella ma non riesce più a uscire: soccorso con una corda e tirato fuori da un gruppo di persone

NERVESA. Rischia di affogare per soccorrere i suoi cani nella Brentella: salvato con una corda.

Era entrato nelle acque del canale per salvare i suoi due cani, era riuscito a far risalire la femmina ma la stessa operazione non era più in grado di farla col maschio e neppure lui aveva più le forze per uscire dal canale. Scattato l’allarme, sul posto sono arrivati un’ambulanza del Suem, i vigili del fuoco e i carabinieri. Nel frattempo però la gente del posto era riuscita con una corda a trarre in salvo sia l’uomo, uno svizzero, sia il secondo cane. È accaduto ieri pomeriggio nei pressi della trattoria “da Mario” , lungo la Panoramica a Nervesa.


L’uomo nel pomeriggio era arrivato alla trattoria coi suoi due cani, due pastori maremmani, un maschio e una femmina. Si era seduto a un tavolino all’esterno per bere qualcosa e aveva lasciato liberi i due cani. Dopo un po’ non li aveva più visti, ma non si era preoccupato, perché pensava che fossero andati a sgambare nel prato retrostante il locale. È stata una ragazza ad accorgersi che uno dei due cani era invece finito in acqua. Ha avvertito il proprietario che è entrato nella Brentella: gesto pericolosissimo perché l’acqua del canale poteva trascinarlo via, come era accaduto anni fa a un pastore che, nel tentativo di recuperare delle pecore finite in acqua, era annegato, trascinato via dalla corrente.

L’umo è riuscito a raggiungere la femmina e a issarla sulla riva. Poi ha tentato di fare lo stesso col maschio ma, stremato, non riusciva a farcela né a uscire. Nel frattempo era accorsa parecchia gente per cercare di aiutarlo e veniva chiesto l’intervento dei soccorsi. Ci pensava un giovane, Loris Boscheratto, a risolvere la situazione: è andato a prendere una corda, l’ha lanciata verso l’uomo che l’ha legata attorno a sé e al cane e con l’aiuto delle persone accorse è risalito. L’uomo è stato poi medicato dal personale del Suem perché aveva riportato delle escoriazioni, mentre i due maremmani, con escoriazioni varie, sono stato portati dal veterinario per essere curati.


 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

L'arrivo di Del Vecchio ad Agordo tra gli applausi della sua gente

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi