Nell'incidente a Ponzano è morta la nonna, nipotina ferita: il conducente della Panda era ubriaco

Guidava in stato d’ebbrezza l’autista della Panda. Indagato anche l’altro conducente coinvolto nel mortale di Ponzano

PONZANO. Aveva un tasso alcolemico nel sangue tre volte superiore alla soglia limite consentita dalla legge il 32enne di Povegliano che, nella notte di giovedì, alla guida di una Panda, lungo la Postumia a Ponzano, s’è scontrato con un una Opel Corsa nella quale viaggiavano una pensionata, Natalia Frare, 63 anni, che è morta, e la nipotina di 3 anni, rimasta gravemente ferita.

Gli agenti della polizia stradale, che stanno effettuando le indagini, hanno recapitato sul tavolo del pubblico ministero Massimo De Bortoli, nel fine settimana, un dettagliato verbale del grave incidente stradale avvenuto all’altezza dell’osteria “Al Baston”. Nel frattempo il sostituto procuratore che coordina le indagini, oltre al 32enne di Povegliano, ha iscritto nel registro degli indagati anche il conducente della Range Rover, un cinquantenne di Cornuda, coinvolto nell’incidente, contestandogli l’omicidio stradale. Un atto dovuto in attesa che si concludano le indagini e la dinamica dell’incidente sia ricostruita con chiarezza nei minimi dettagli.

Il sostituto procuratore Massimo De Bortoli è intenzionato a conferire l’incarico ad un consulente perché valuti l’esatta dinamica dell’incidente che è costato la vita alla pensionata, la velocità e la traiettoria dei veicoli coinvolti.



Da una prima sommaria ricostruzione dei fatti pare che Natalia Frare, ex addetta alle pulizie dell’ospedale di Treviso, si fosse messa alla guida della sua Opel Astra poco dopo le 22.30 di giovedì sera perché avrebbe dovuto riaccompagnare dai genitori a Ponzano la nipotina di 3 anni, dopo averla accudita in giornata nella sua abitazione di Postioma di Paese. L’incidente è avvenuto all’altezza del “Baston”. L’automobile con nonna e nipote ha incrociato una Fiat Panda guidata da un 32 enne di Povegliano. Per ragioni ancora al vaglio degli investigatori, sembra che la Panda abbia invaso la corsia su cui stava viaggiando Natalia Frare, proprio in prossimità di un incrocio.

L’impatto è stato inevitabile e l’esito della carambola tragico. Il dramma si è consumato pochi istanti più tardi: l’auto di nonna e nipote si è girata su se stessa ed è stata centrata dal mezzo che la seguiva, una Range Rover guidata da un cinquantenne di Cornuda, mentre la Panda ha terminato la sua corsa contro un’aiuola.

Le condizioni di nonna e nipote sono apparse subito molto gravi ai vigili del fuoco e ai soccorritori del 118. Dopo essere state estrarre dall’auto, entrambe sono state trasportate d’urgenza all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso dove il cuore della pensionata di Postioma di Paese ha smesso di battere poco dopo il suo ricovero.

 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Egitto, per la prima volta l'arte contemporanea in mostra ai piedi delle Piramidi di Giza

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi