Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Bambino di Breda di Piave morso da una vipera a Caorle

Morso da una vipera a Brussa (Caorle), in una zona verde, un bimbo di Breda di Piave, 9 anni, ha rischiato lo shock anafilattico. È stato salvato dagli uomini del Pronto soccorso

BREDA. Morso da una vipera a Brussa (Caorle), in una zona verde, un bimbo di Breda di Piave ha rischiato lo shock anafilattico. È stato salvato dagli uomini del Pronto soccorso dell'ospedale di Portogruaro.

Il bambino di 9 anni è stato ricoverato, dopo le cure degli operatori sanitari del Pronto soccorso, all'ospedale di Portogruaro, dove è stato accolto nel reparto di Pediatria. Il bimbo è fuori pericolo e forse già oggi potrebbe lasciare il nosocomio portogruarese. Stava passeggiando in un ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

BREDA. Morso da una vipera a Brussa (Caorle), in una zona verde, un bimbo di Breda di Piave ha rischiato lo shock anafilattico. È stato salvato dagli uomini del Pronto soccorso dell'ospedale di Portogruaro.

Il bambino di 9 anni è stato ricoverato, dopo le cure degli operatori sanitari del Pronto soccorso, all'ospedale di Portogruaro, dove è stato accolto nel reparto di Pediatria. Il bimbo è fuori pericolo e forse già oggi potrebbe lasciare il nosocomio portogruarese. Stava passeggiando in un tratto della Brussa caratterizzata dalla presenza di macchia mediterranea.

Erano le 19 dell’altra sera: Luca e la sua famiglia stavano per affrontare un'ultima camminata, prima di tornare nell’auto del papà e rientrare a Breda.

L'assalto della vipera è stato improvviso. Il bambino è stato raggiunto alla manina e ha cominciato a urlare e a chiedere aiuto. Il padre ha attivato la veloce macchina dei soccorsi, assistiti anche da altri passanti. Sul posto è accorsa in pochi minuti un'ambulanza dal pronto soccorso di Portogruaro, mentre all'ospedale dell'Angelo di Mestre veniva adottata la proceduta classica di reperimento dei farmaci necessari per smaltire in fretta il veleno immesso nel corpo del bambino dal rettile. Il bambino è fuori pericolo. (r.p.)